Lille. Cagnard, il nuovo bar dall’atmosfera sulfurea del Nouveau Siècle

Lille. Cagnard, il nuovo bar dall’atmosfera sulfurea del Nouveau Siècle
Lille. Cagnard, il nuovo bar dall’atmosfera sulfurea del Nouveau Siècle
-

Par

Hervine Mahdia

pubblicato su

2 luglio 2024 18:36

Vedi le mie notizie
Segui le notizie di Lille

Basta varcare la soglia per sentire il calore salire all’improvviso. Installato ai piedi di Nuovo secolo ha LillaIL Barra Cagnard indossare un decorazione arancione appariscente per ricordare il Anni 70, un decennio segnato dal bisogno di libertà a tutti i livelli. In un’atmosfera che vuole essere sulfurea, sorseggiamo cocktail dai nomi evocativi: “Passion Torride”, “Instant Brûlant” o anche “Douce Incandescente”. Ci vediamo da questo venerdì 5 luglio 2024 per scoprire questo luogo stravagante.

Invece della barra BG

Dietro Cagnard c’è un gruppo di amici, già molto conosciuti nel piccolo mondo delle feste del Lille, che sono al timone: Antoine, Nicolas, William e Lucas. È a loro che dobbiamo il bar O’Quai 9 (ex La Dérive) nella Vecchia Lille, e anche l’O’Passage vicino al Nouveau Siècle.

Il quartetto apre il suo nuovo bar Cagnard, “che brucia giorno e notte”. ©Hervine Mahaud

Proprio qui nasce l’opportunità per i giovani soci, con la partenza del BG, bar e discoteca. “Conosciamo già bene il settore e volevamo aprire un bar festivo”, spiega Antoine Chastan.

Chi ha già conosciuto il locale, situato in 8 place Mendès France, potrebbe rimanere molto sorpreso perché la metamorfosi è semplicemente spettacolare.

Video: attualmente su -

“Abbiamo raso al suolo tutto per ottenere qualcosa di completamente diverso. Abbiamo iniziato a lavorare a gennaio, c’era tanto lavoro”, racconta Antoine.

Arredamento vintage e colori caldi

Il progetto è stato affidato allo studio di architettura 72h Interior. La missione: portare molto calore nel luogo traendo ispirazione dall’estetica degli anni ’70, periodo che i 4 amici non conoscevano. “Ci piace molto questo spirito e pensavamo che sarebbe tornato in vigore. Anche nella decorazione ritroviamo oggetti e colori che i nostri nonni avevano in casa. »

La decorazione è stata affidata al Bureau Barbara. ©Hervine Mahaud

Nel bar, colori e luci caldi si riflettono negli specchi. Sopra il bancone, luci al neon occupano il soffitto per ricreare i raggi di un sole cocente. Abbastanza per dare l’impressione di viaggiare, nel cuore di Lille.

Cocktails e finger food suggestivi

La fuga continua con la carta delle bevande. Mentre ci sono 7 birre locali alla spina e cocktail classici, gli altri sono pure creazioni. Per rimanere nello spirito degli anni Settanta, questi sono i nomi un po’ suggestivi che sono stati dati a una decina di drink.

Ad esempio: Passion Torride (un cocktail di vodka, succo della passione, Pulco vert, limone alla vaniglia) o Instant Brûlant (vodka, sciroppo di vaniglia, purea di frutto della passione, birra allo zenzero, Perrier, Angostura).

Per placare l’appetito, Cagnard propone anche un proprio menu di finger food, con una quindicina di preparazioni. Alcuni sono fatti in casa come hummus, bruschette, croque monsieur…

Serate infuocate

Infine, per quanto riguarda l’atmosfera musicale, a differenza dell’arredamento, non sarà vintage. Il bar sta ancora organizzando una serata disco funk per giovedì. Per il resto, dal giovedì al sabato, dalle 22:00 alle 22:00, si alterneranno i dj locali. L’obiettivo: “che la gente si diverta!” »

Ogni mese, una serata “Burn That Place”, ispirata al famoso festival Burning Man, infiammerà Le Cagnard. “Ci saranno un mangiafuoco, cocktail e shooter in fiamme…” rivela il team. Serate che promettono di essere infuocate!

Informazioni pratiche: Cagnard, 8 place Pierre Mendès France a Lille. Aperto dalle 16:00 all’1:00 dal lunedì al mercoledì e fino alle 2:00 dal giovedì al sabato. Maggiori informazioni sull’account Instagram del bar.

Segui tutte le notizie dalle tue città e media preferiti iscrivendoti a Mon -.

-

PREV François Jacques stila un bilancio positivo per la circoscrizione elettorale di Mégantic
NEXT Ristoratori a Saguenay-Lac-Saint-Jean: un’offerta locale in crescita