varie/Giustizia – Un anno di ineleggibilità per “manovre fraudolente” nei confronti di due eletti della maggioranza comunale di Bastia

varie/Giustizia – Un anno di ineleggibilità per “manovre fraudolente” nei confronti di due eletti della maggioranza comunale di Bastia
varie/Giustizia – Un anno di ineleggibilità per “manovre fraudolente” nei confronti di due eletti della maggioranza comunale di Bastia
-

Don-Petru Luccioni48 anni, vice del sindaco di Bastia Pierre Savelli, delegato alla coesione sociale, al legame intergenerazionale e all’edilizia sociale, suo cugino Marco-Andria Luccioni44 anni e Laura Orsini-Sauli, 36 anni, vicedelegato per la salute e l’invalidità, è stato condannato questo martedì 2 luglio a un anno di ineleggibilità dal tribunale penale di Bastia. Don-Petru Luccion e Laura Orsini-Sauli hanno dieci giorni per ricorrere in appello e sospendere la condanna.

Altrimenti saranno costretti a dimettersi. Sono stati inoltre condannati a una multa di 3.000 euro, di cui 1.500 euro con sospensione della pena. Marc-Andria Luccioni è stato condannato a 1.500 euro di multa con sospensione della pena.

Sono colpevoli di avere “ha ottenuto o tentato di ottenere deleghe di voto per le elezioni comunali del 2020, da persone vulnerabili, approfittando della loro posizione privilegiata di farmacista, medico o tecnico farmaceutico.” Jean-Philippe Navarre, il pubblico ministero, aveva chiesto una condanna a sei mesi di reclusione con sospensione della pena, 5.000 euro di multa e cinque anni di ineleggibilità per “un’intenzione politica basata su manovre fraudolente”.

In aula erano presenti Pierre Savelli, il sindaco della città, i suoi vice, diversi funzionari eletti e membri del gabinetto.

Le parti civili in questo caso sono state tutte ricevute. Jean-Sébastien de Casalta, Jean-Martin Mondoloni e Jean Zuccarelli, esponenti dell’opposizione comunale, erano rappresentati dai loro avvocati, Jean-André Albertini e Lia Simoni.

Anche l’Ordine Nazionale dei Farmacisti si è costituito parte civile con Me Jean-Yves Dupeux in qualità di avvocato. François Chailley-Pompei è l’ultimo partito civile, in qualità di elettore.

I condannati dovranno pagare in solido un simbolico euro alle varie parti civili e 600 euro al signor Chailley-Pompei. Don Petru Luccioni dovrà risarcire 5.000 euro di danni all’ordine dei farmacisti e 3.000 euro ai sensi dell’articolo 475-1.

-

PREV Sarthe. Con 32 menzioni all’attivo, minaccia di “sparare il kalash” al giudice
NEXT Concerto dell’Orchestra Nazionale dell’Ile-de-France