Elezioni legislative 2024: Benoît Bordat e Fadila Khattabi si ritirano al secondo turno

Elezioni legislative 2024: Benoît Bordat e Fadila Khattabi si ritirano al secondo turno
Elezioni legislative 2024: Benoît Bordat e Fadila Khattabi si ritirano al secondo turno
-

Non ci sarà non triangolare nella seconda e terza circoscrizione elettorale della Côte-d’Or. Benoît Bordatdeputato uscente di Rinascimento per la seconda circoscrizione, ed Fadila Khattabideputato uscente del Rinascimento ed ex ministro responsabile per gli anziani e i disabili, entrambi annunciano il loro ritiro per il secondo turno delle elezioni legislative anticipate.

“La lotta contro l’estrema destra è il mio impegno”

In un comunicato stampa, Benoît Bordat parla dei risultati da questa domenica sera: “La mia coscienza politica è nata il 21 aprile 2002. La lotta all’estrema destra è il mio impegno, la mia coscienza e le mie convinzioni […] L’estrema destra rappresenta un pericolo assoluto per il nostro Paese, è un veleno”. Ringraziando i 12.225 elettori che hanno votato per lui, così come per la sua squadra e i suoi attivisti, dichiara: “In coscienza e responsabilità, prendo la pesante decisione di ritirarmi per sconfiggere il Raggruppamento Nazionale. Resterò impegnato come ho fatto dal 2008 al servizio dell’interesse generale, al servizio dei nostri concittadini.”

“Mi sono impegnato in politica nel 2002 contro Jean-Marie Le Pen”

Da parte sua, Fadila Khattabi si è espressa in un lungo post sul social network X: “Per me non c’è dubbio che la terza circoscrizione elettorale della Côte-d’Or cadrà nelle mani del Rassemblement National. Come sapete, mi sono impegnato in politica nel 2002, contro Jean-Marie Le Pen, e la base del mio impegno non è cambiato. Distinguo i miei avversari politici dai nemici della Repubblica.”

In tal modo il ministro annuncia le sue dimissioni “per bloccare l’estrema destra. Invito tutti gli elettori che hanno avuto fiducia in me, e più in generale tutti coloro che si riconoscono nella mia candidatura, a votare per il candidato del Nuovo Fronte Popolare nella 3a circoscrizione elettorale della Côte d’Or. Sappiamo che questa candidatura non è unanime, ma la situazione è troppo grave per dividerci. Dobbiamo agire in modo responsabile e garantire la salvaguardia della nostra coesione nazionale. Assicura che svolgerà la sua missione di ministro “Fino all’ultimo minuto voglio assicurarmi che i file attuali possano essere completati”conclude, ringraziando gli 11.700 elettori che l’ha votata domenica sera.

caricamento

caricamento

-

PREV Legislativo. Il sindaco di Brest, François Cuillandre, chiede “un’ondata di cittadini” nel secondo turno
NEXT Elezioni legislative a Brest Centro: François Cuillandre invita a votare per Pierre-Yves Cadalen