Arles Photography Meetings 2024: donne potenti dietro l’obiettivo

Arles Photography Meetings 2024: donne potenti dietro l’obiettivo
Arles Photography Meetings 2024: donne potenti dietro l’obiettivo
-

La 55a edizione dei Rencontres de la Photographie d’Arles apre i battenti dal 1° luglio.

Onorerà molte donne che hanno una prospettiva unica sul mondo contemporaneo.

TF1info ne ha selezionati quattro tra i più emozionanti ed emblematici.

Una donna di mezza età, il corpo immerso nell’acqua fino alla piscina, le cime di qualche altro posto all’orizzonte… È una foto della fotografa spagnola Cristina De Middel, intitolata “Una pietra sul sentiero” ed estratto dal suo serie “Voyage au centre”, che illustra il manifesto del 55° Incontro di Fotografia di Arles che si svolgerà dal 1° luglio al 20 settembre. “Si ispira all’atmosfera e alla struttura del libro Viaggio al centro della terra di Jules Verne“, spiega questo artista 49enne, da lungo tempo residente in Sudamerica, che presenta la traversata migratoria dal Messico “come una spedizione eroica e coraggiosa, piuttosto che come una fuga”.

>>Cristina De Middel. Presso la Chiesa dei Fratelli Predicatori dal 1 luglio al 25 agosto 2024

“Una pietra sul cammino” di Cristina De Middel (2001) – Cristina De Middel / Arles Photography Meetings

Intitolato “Sotto la superficie”, il programma del 2024 è stato ispirato dal lavoro del più anziano giapponese Ishiuchi Miyako, 77 anni. “Non andavo molto d’accordo con mia madre quando era viva, ma mentre fotografavo le sue cose mi sembrava che la distanza tra noi si stesse gradualmente riducendo.“, dice il settantenne che ha immortalato camicette, scarpe, denti e persino rossetto. “Le fotografie della serie Mother’s non possono mai essere relegate al passato, perché rinascono ogni volta che vengono mostrate“, aggiunge la donna che riceverà il Premio Women in Motion 2024, salutando la carriera di una fotografa eccezionale.

>> Ishiuchi Miyako alla Salle Henri-Comte, dal 1 luglio al 20 settembre 2024

Ishiuchi Miyako. Frida di Ishiuchi #34, serie Frida di Ishiuchi. Per gentile concessione dell’artista / La Terza Galleria Aya

Questa edizione, che privilegia le donne dietro l’obiettivo, ospiterà anche la prima retrospettiva mondiale della documentarista e ritrattista americana Mary Ellen Mark, scomparsa nel 2015.Cerco di realizzare fotografie che siano universalmente comprese, che vadano oltre i confini culturali“, ha detto la donna che ha immortalato per riviste come le manifestazioni contro la guerra in Vietnam, il movimento di liberazione delle donne e la vita quotidiana delle lavoratrici del sesso in India Vita, Voga o ancora Fiera della Vanità. “Voglio che le mie fotografie trattino emozioni e sentimenti essenziali che tutti noi proviamo.“.

>> Mary Ellen Mark all’Espace Van Gogh, dal 1 luglio al 29 settembre 2024

Mary Ellen Mark. Manifestazione femminista, New York, 1970. Per gentile concessione della Mary Ellen Mark Foundation / Howard Greenberg Gallery

Arles 2024 onorerà anche l’artista visiva libanese Randa Mirza, 46 anni, che combina fotografia, video, installazione e performance in un’opera allo stesso tempo spettacolare e macabra. “Ricordo che un giorno durante la guerra mia madre mi gridò di correre sotto le bombe e di non voltarmi indietro“, dice l’artista Beirutopiauna serie di lavori, alcuni premonitori, realizzati tra il 2000 e il 2022. “Sono cresciuto con la convinzione che la catastrofe fosse già avvenuta fino al giorno in cui mi sono ritrovato, trent’anni dopo, spinto da una terribile esplosione per le strade della mia città distrutta.”

>> Randa Mirza a La Maison des Peintres, dal 1 luglio al 29 settembre

Randa Mirza. Senza titolo #4, serie Parallel Universes, 2006. Per gentile concessione dell’artista / Tanit Gallery, Monaco.

>> Gli Incontri di Fotografia di Arles in collaborazione con LCI. Dal 1 luglio al 29 settembre 2024. Il programma e tutte le informazioni sul sito ufficiale qui!


Jérôme VERMELIN

-

PREV Che tempo sarà a Saintes e dintorni sabato 13 luglio 2024?
NEXT Didier Reynders vuole continuare il suo mandato alla Commissione europea