Nonostante gli avvertimenti di Kiev, il CERN mantiene la cooperazione con Mosca

Nonostante gli avvertimenti di Kiev, il CERN mantiene la cooperazione con Mosca
Nonostante gli avvertimenti di Kiev, il CERN mantiene la cooperazione con Mosca
-

Pubblicato il 24 giugno 2024 alle 20:37 / Modificato il 24 giugno 2024 alle 20:40

Sorpresa a Ginevra e vittoria per la Russia di Vladimir Putin. Il Consiglio dell’Organizzazione europea per la ricerca nucleare (CERN) ha finalmente deciso venerdì scorso di rinnovare la cooperazione con Mosca. Nella sua precedente riunione, nel giugno 2023, l’autorità suprema della principale organizzazione mondiale di ricerca nucleare ha dichiarato l’intenzione di porre fine agli accordi di cooperazione con Russia e Bielorussia. Lo scorso dicembre, lo stesso organismo ha votato una prima risoluzione in tal senso con 17 voti su 23 Stati membri. Alla fine il Consiglio ha cambiato idea, con solo dieci paesi che si sono dichiarati favorevoli alla rottura dei legami, mentre la maggior parte ha preferito astenersi.

Quasi un migliaio di scienziati russi e bielorussi collaborano con il CERN, metà dei quali hanno sede a Ginevra. Un gran numero di essi sono legati all’Istituto congiunto per la ricerca nucleare (JINR), con sede a Dubna, vicino a Mosca, che ha lo status di osservatore presso il Consiglio del CERN. Se la risoluzione volta a porre fine a questa cooperazione tra le due organizzazioni non sarà stata adottata, spiega Sophie Tesauri, portavoce del CERN, “le misure relative al JINR adottate nel marzo 2022 rimangono in vigore”. Dopo il voto sulla risoluzione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite che condanna l’aggressione russa contro l’Ucraina, l’organizzazione ginevrina ha sospeso fino a nuovo avviso la partecipazione degli scienziati del CERN a tutti i comitati e degli scienziati degli istituti situati nella Federazione Russa e nella Repubblica di Bielorussia viceversa.

Tutte le novità a portata di mano!

Per soli CHF 29.- al mese avrai accesso illimitato a tutti i nostri articoli. Approfitta della nostra offerta speciale: il primo mese a soli CHF 9!

SOTTOSCRIVI

Buoni motivi per abbonarsi a Le Temps:
  • Accesso illimitato a tutti i contenuti disponibili sul sito.
  • Accesso illimitato a tutti i contenuti disponibili sull’applicazione mobile
  • Piano di condivisione di 5 articoli al mese
  • Consultazione della versione digitale del quotidiano dalle ore 22.00 del giorno precedente
  • Accesso agli integratori e a T, la rivista Temps, in formato e-paper
  • Accesso ad una serie di vantaggi esclusivi riservati agli abbonati

Sei già abbonato?
Per accedere

#Swiss

-

PREV Elye Wahi, la grande notizia del mercato della giornata all’RC Lens!
NEXT Concerto dell’Orchestra Nazionale dell’Ile-de-France