Alexandra Lacroix nominata direttrice dell’Opéra di Angers Nantes

Alexandra Lacroix nominata direttrice dell’Opéra di Angers Nantes
Alexandra Lacroix nominata direttrice dell’Opéra di Angers Nantes
-

Succedendo ad Alain Surrans, assumerà a pieno titolo le sue funzioni di direttore generale e artistico a partire da gennaio 2026.

Lo scorso gennaio, Alain Surrans ha annunciato, dopo sei anni alla guida dell’Opéra di Angers Nantes, che si preparava a ritirarsi. Al termine di una procedura di reclutamento che prevedeva tra l’altro l’elaborazione di un progetto pluriennale di istituzione e la presentazione di un bilancio di previsione triennale, il comitato sindacale della casa lirica ha appena selezionato la nuova responsabile del locale: Alexandra La Croce . Nominato direttore generale e artistico dal 1È Settembre 2024, occuperà pienamente le sue funzioni solo dal 1È Gennaio 2026 – data di partenza del suo predecessore.

Alexandra Lacroix ha fondato la compagnia d’arte lirica MPDA nel 2007, “ un luogo di ricerca e creazione interdisciplinare nel campo del teatro musicale e dell’opera, confrontando opere del repertorio con le problematiche contemporanee “. Con questa struttura, all’interno della quale ricopre il ruolo di drammaturga, scenografa e direttrice artistica, ha diretto in particolare Il caso Carmen di Diana Soh, di cui ha firmato anche il libretto, nonché una produzione di L’adorabile Belboul progettato in collaborazione con il compositore Farnaz Modessifar sulla base di una partitura poco conosciuta di Massenet. Alexandra Lacroix è anche artista associata all’Opera di Limoges e madrina del TalentLAB dei Théâtres de la ville de Luxembourg. Membro della rete ARVIVA (Living Arts, Sustainable Arts), svolge le proprie attività tenendo conto delle problematiche ambientali.

Molti cantieri

Per il suo mandato quinquennale (rinnovabile per periodi di tre anni), Alexandra Lacroix ha presentato un progetto i cui assi principali sono: combinare grandi opere del repertorio e creazioni, elaborare un programma “ di utilità sociale […] affinché questa potente arte rimanga fonte di ispirazione per i nostri tempi », portare le produzioni fuori dalle mura per incontrare gli abitanti dei quartieri popolari, includere l’Opéra di Angers Nantes in una rete europea di produzione e ricerca e accelerare la transizione ecologica all’interno del teatro dell’opera. Che dire dell’accordo sul “Teatro lirico di interesse nazionale”, di cui si parla da diversi anni e che, secondo le ultime notizie, viene sollecitato in questi giorni? I progetti promettono di essere numerosi.

-

PREV ASSE, FC Nantes, RC Lens… Si annuncia un “cataclisma”, complice il PSG?
NEXT Concerto dell’Orchestra Nazionale dell’Ile-de-France