Francia – Mondo – Giusto in tempo per le Olimpiadi, Macron inaugura la prima supermetropolitana della regione parigina

Francia – Mondo – Giusto in tempo per le Olimpiadi, Macron inaugura la prima supermetropolitana della regione parigina
Francia – Mondo – Giusto in tempo per le Olimpiadi, Macron inaugura la prima supermetropolitana della regione parigina
-

Molto coinvolto nei preparativi di questo incontro globale, Emmanuel Macron prevede di presenziare all’inaugurazione, sei giorni prima del primo turno di elezioni legislative molto indecise causate dal suo scioglimento a sorpresa dell’Assemblea. Come a suo tempo Jacques Chirac durante l’apertura del primo girone degli ottavi, pochi mesi dopo i Mondiali di calcio del 1998.

Varchi d’accesso alla stazione della metropolitana dell’aeroporto di Orly, sul prolungamento della linea 14, 19 giugno 2024 FOTO AFP / Emmanuel DUNAND

Questa volta i lavori sono puntuali per accogliere i milioni di spettatori dei Giochi Olimpici organizzati nella capitale dal 26 luglio all’11 agosto.

“È un grande successo” per la RATP, responsabile principale del progetto, ha accolto con favore il portavoce del gruppo pubblico Jimmy Brun. «Si è trattato di un intervento estremamente complesso, con un ampliamento, un ammodernamento del sistema di automazione operativa e il rinnovamento del materiale rotabile», spiega.

Con 28 km di lunghezza, otto nuove stazioni e 11 comunità attraversate, la linea 14 trasporterà un milione di passeggeri al giorno entro la metà del 2025, diventando così la prima “supermetropolitana” della regione parigina.

Durante una visita all’inizio di giugno, il direttore del progetto Stéphane Garreau ha menzionato un “collegamento tra la rete storica e la futura rete del Grand Paris Express” grazie ai suoi collegamenti con le linee 15, 16, 17 e 18 in fase di costruzione.

Si tratta anche e soprattutto di una linea cruciale per il buon funzionamento dei Giochi poiché servirà il villaggio degli atleti, lo Stade de France e il centro acquatico a nord, scaricando le linee B e D della RER e la linea 13 della RER Metro. A sud, raggiungerà l’aeroporto di Orly in 25 minuti da Châtelet, nel centro di Parigi.

Per consegnare in tempo, RATP ha dovuto lavorare molto duramente. Durante la pandemia di Covid-19 il cantiere non è stato quasi mai interrotto e ha potuto essere portato a termine a costo di numerose chiusure di linee nei fine settimana, durante le vacanze scolastiche o la sera.

Ha chiuso due settimane durante le vacanze invernali per migrare definitivamente al nuovo sistema di pilotaggio automatico, poi una settimana ad aprile e cinque giorni a maggio per collegare i prolungamenti alla linea storica e avviare il rodaggio.

Queste “interruzioni del traffico” sono state spesso fraintese dagli utenti, secondo Jimmy Brun, aumentando la pressione sui team.

Edgar Sée, ex direttore del progetto e ora “Mr. JO” della RATP, mette le cose in prospettiva: “L’ammodernamento e l’ampliamento di una linea in esercizio, con un impatto così minimo sul servizio fornito, è unico al mondo”.

Per rispondere alla prevedibile esplosione di presenze, Ile-de-France Mobilités (IDFM) ha speso 1,1 miliardi di euro per acquistare 72 nuovi treni attualmente in circolazione, una cinquantina dei quali saranno in servizio fino alle Olimpiadi.

L’estensione avrà un costo di 3,5 miliardi di euro, interamente finanziati dalla Société des Grands Projets (SGP).

Secondo l’IDFM, dell’ampliamento beneficeranno 260.000 abitanti a sud di Parigi, nella Val-de-Marne e nell’Essonne.

Sul versante di Orly, “il 10% dei dipendenti e dei viaggiatori abbandonerà immediatamente l’auto per la metropolitana” mentre finora “il 90% dei 28.000 dipendenti della piattaforma e il 70% dei passeggeri arrivano con un veicolo individuale”, stima il suo direttore, il Il gruppo ADP, che prevede di vedere passare “quasi 100.000 passeggeri al giorno” per la nuova stazione.

La 14 «semplificherà i viaggi di milioni di viaggiatori e aggiungerà un’opzione di mobilità ai nostri dipendenti di Orly», ha esultato Bertrand Godinot, direttore generale per la Francia di easyJet, che lancia una campagna pubblicitaria estiva sul tema… della metropolitana .

La linea consentirà di raggiungere altri luoghi emblematici del sud dell’Ile-de-France come il mercato di Rungis, la futura Cité de la gastronomy che dovrebbe aprire nel 2028 o la valle scientifica della Bièvre.

Dopo otto anni di lavoro, questo è uno dei grandi progetti della RATP che volge al termine, prima dell’inaugurazione del tratto sud della futura linea 15 prevista per la fine del 2025.

La RATP rivolge la sua attenzione anche a un altro importante programma: l’automazione della linea 13, la rete eternamente malata e sovraccarica, che dovrebbe essere completata nel 2035.

-

PREV Asfaltatura di tre tratti della Highway 10 a Chambly e Richelieu
NEXT Chi è Victoria, la moglie del nuovo Primo Ministro britannico?