Amadou Bâ “deconfina se stesso”, prende le distanze dall’APR e crea per sé il percorso della “Nuova Responsabilità”

Amadou Bâ “deconfina se stesso”, prende le distanze dall’APR e crea per sé il percorso della “Nuova Responsabilità”
Amadou Bâ “deconfina se stesso”, prende le distanze dall’APR e crea per sé il percorso della “Nuova Responsabilità”
-

Finalmente alcune parole politiche dopo le ultime elezioni presidenziali. Amadou Bâ, ex primo ministro e candidato alle ultime elezioni presidenziali, si è infine rivolto al popolo senegalese: “Terra di apertura, tolleranza e libertà, il Senegal ha segnato tutti i suoi incontri con la storia di un’impronta indelebile di progresso. Tutte le crisi che abbiamo attraversato hanno rivelato la grande capacità del nostro Paese di superare le sfide, di trasformare gli ostacoli in opportunità per mantenerlo sulla sua traiettoria di pace e solidarietà. Ogni tappa della nostra storia politica e sociale ha rafforzato in ognuno di noi il desiderio comune di mantenere il Senegal come un’autentica repubblica e un modello di democrazia”, ha affermato l’ex ministro degli Esteri sotto il regime di Macky Sall, stimando che ci vuole tempo responsabilità nei confronti delle emergenze: “la nostra Nuova Responsabilità è fare dello spazio politico un luogo pacifico, un quadro per il confronto di idee, la definizione di strategie, progetti e programmi con l’unico obiettivo di costruire una società equilibrata. Una società capace di offrire a ciascun cittadino i mezzi per vivere felicemente, partecipando attivamente alla vita della comunità. La nostra nuova responsabilità è incarnare un’opposizione democratica e repubblicana. Un’opposizione sostenuta sia nella sua condotta che nella sua azione da un’etica politica attenta innanzitutto alla vita di ogni senegalese e di ogni senegalese” precisa Amadou Bâ.

Per raggiungere i risultati attesi, Amadou Bâ ritiene che “il Senegal deve offrire l’esempio di un servizio pubblico di qualità in cui la sicurezza alimentare, la sanità, l’istruzione, l’acqua e l’elettricità, l’occupazione, l’alloggio e l’ambiente di vita, la sicurezza, la mobilità, la cultura, la comunicazione, l’ambiente non è più un lusso, ma standard minimi sostenuti dai diritti inalienabili di ogni cittadino. Il nostro Paese, secondo l’ex premier, “ha tutte le carte in regola per affrontare questa sfida attraverso la cultura imprenditoriale dei suoi giovani, attraverso il dinamismo e l’impegno delle sue donne, attraverso l’intelligenza e la competenza dei suoi figli all’interno e nella diaspora, attraverso la dalla robustezza della sua architettura istituzionale e dalla sua credibilità sulla scena internazionale.

La convinzione dell’ex primo ministro che sia possibile portare sulle sue spalle il peso di questa nuova responsabilità sta nel fatto che lo sente con gioia ed entusiasmo. “Se abbiamo la fiducia di riuscirci è perché lo siamo, nel lavoro quotidiano che mobilita le nostre energie e sappiamo di poter contare sul genio delle nostre persone, sulla loro effettiva partecipazione alla sua realizzazione. Perché è dal popolo che la politica trae la sua ragion d’essere, la sua forza e il suo potere», aggiunge, giudicando che il popolo senegalese sia l’orizzonte assoluto di questa convinzione e la ragione di questa nuova responsabilità, che intende farsi carico pesantemente. ma con orgoglio.

Per Amadou Bâ si tratterà di difendere la nuova responsabilità, di difendere la democrazia, i suoi principi e i suoi valori. Nel rispetto delle istituzioni. Ma anche la difesa della pace, della stabilità e della sicurezza dei cittadini e del Paese. La panafricanità non verrà oscurata. “La nostra nuova responsabilità, alla quale faccio appello tutta la buona volontà, è quella di coniugare il futuro con il presente moltiplicando gli spazi di consultazione, discussione, dibattiti di idee, progetti e azioni, dove una nuova traiettoria, una nuova dinamica, un nuovo modo di fare politica. È a questa lotta per stabilire e guidare questa nuova responsabilità che invitiamo tutti i nostri compatrioti qui e nella diaspora, tutti i nostri amici e tutti i dirigenti del nostro paese” impegna Amadou Bâ che sembra prendere le distanze dall’Alleanza per la Repubblica .

-

PREV Alexis Robert vince la terza tappa in volata
NEXT Concerto dell’Orchestra Nazionale dell’Ile-de-France