Il Canada valuta i dazi sui veicoli elettrici cinesi

Il Canada valuta i dazi sui veicoli elettrici cinesi
Il Canada valuta i dazi sui veicoli elettrici cinesi
-

Ottawa potrebbe seguire l’esempio delle misure adottate dagli Stati Uniti e dall’Unione Europea introducendo dazi doganali sui veicoli elettrici cinesi per evitare il dominio del paese asiatico in questo mercato.

Il governo Trudeau dovrebbe annunciare consultazioni pubbliche sui dazi doganali che colpirebbero qualsiasi veicolo elettrico importato dalla Cina, ha riferito Bloomberg, che ha parlato con fonti vicine alla questione.

Seguirebbe poi l’esempio dell’amministrazione Biden, che lo scorso maggio ha deciso di quadruplicare i dazi doganali sulle auto elettriche prodotte in Cina. L’Unione Europea farà lo stesso aumentandoli al 48% su alcuni veicoli, è stato annunciato la settimana scorsa.

Il primo ministro dell’Ontario Doug Ford non ha esitato giovedì a criticare l’industria cinese, accusandola di utilizzare bassi standard di lavoro ed energia inquinante per produrre veicoli a basso costo.

“Se non agiamo rapidamente, stiamo mettendo a rischio i posti di lavoro in Ontario e Canada”, ha affermato su X.

Ufficialmente, Justin Trudeau ha dichiarato di aver avuto “conversazioni importanti” su questo tema durante il vertice del G7 a cui ha partecipato la scorsa settimana in Italia.

“La Cina sta perseguendo una politica di sovraccapacità intenzionale, diretta dallo Stato”, ha detto a Bloomberg via e-mail Katherine Cuplinskas, addetta stampa del ministro delle Finanze Chrystia Freeland.

“È essenziale proteggere i posti di lavoro canadesi, l’industria manifatturiera e le nostre relazioni di libero scambio”, ha affermato.

-

PREV Concerti e balli per viaggiare a Cuba al festival Bayamo a La Seyne-sur-Mer
NEXT Visita gratuita alla mostra “Katharina Grosse. Moving the stars” – Giornate del Patrimonio 2024 – Centre Pompidou – Metz – Metz, 57000