Contratti federali | Sono in corso diverse indagini dell’RCMP

Contratti federali | Sono in corso diverse indagini dell’RCMP
Contratti federali | Sono in corso diverse indagini dell’RCMP
-

(Ottawa) Più di una mezza dozzina di indagini sono state aperte su irregolarità nell’assegnazione di contratti federali, hanno detto martedì alti funzionari della Royal Canadian Mounted Police (RCMP). Ciò include quello relativo al superamento dei costi relativi all’applicazione ArrivoCAN avviato sulla scia della relazione del revisore generale. Questi sono i nuovi dettagli in questa saga lunga mesi.


Inserito alle 18:49

“L’RCMP sta indagando e utilizzando tutte le informazioni disponibili, compreso il rapporto di audit delle prestazioni del revisore generale e le informazioni del difensore civico degli appalti. L’RCMP ha diverse indagini in corso su questi temi”, ha indicato il commissario della polizia federale, Michael Duheme, durante la sua testimonianza davanti alla Commissione permanente dei conti pubblici della Camera dei Comuni.

” In caso di’ArrivoCANl’RCMP può confermare che sta indagando su tutte le questioni correlate per determinare se è stato commesso un reato”, ha aggiunto.

Il vice commissario Mark Flynn ha detto che è stata aperta una sola indagine ArrivoCANma che ne sono stati avviati anche diversi altri su irregolarità nell’aggiudicazione di appalti federali.

“Più di sei? ha chiesto il deputato conservatore Larry Brock.

“Direi di sì”, ha risposto il vice commissario Flynn. Questo sarà l’unico chiarimento che darò. »

È stato attento a non rivelare chi fossero gli obiettivi di queste indagini e se riguardassero alti funzionari pubblici o addirittura ministri, come ha chiesto il signor Brock. Entrambi i leader dell’RCMP hanno ripetutamente sottolineato l’importanza di proteggere l’integrità di queste indagini.

La casa di Kristian Firth, uno dei due soci di GC Strategies, è stata perquisita ad aprile, il giorno prima che testimoniasse alla Camera dei Comuni. L’RCMP aveva chiarito che non era collegato all’indagine aperta in seguito allo scandalo ArriveCAN. Secondo il revisore generale, l’azienda con due dipendenti ha ricevuto quasi un terzo dei 60 milioni di dollari che l’applicazione sviluppata durante la pandemia ha finito per costare.

L’RCMP ha inoltre avviato un’indagine in seguito alle accuse sollevate dalla società di Montreal Botler AI, che si era occupata di GC Strategies nell’ambito di un altro progetto prima del ArrivoCAN. I suoi leader avevano allertato la Canada Border Services Agency nel 2021 dopo aver osservato pratiche discutibili. Successivamente ha informato l’RCMP. Lo scorso autunno in una commissione parlamentare hanno denunciato la “corruzione sistemica” nell’apparato governativo.

I loro nomi sarebbero stati utilizzati a loro insaputa per fatturare lavori non eseguiti. GC Strategies avrebbe inoltre gonfiato la propria esperienza nei curriculum presentati al governo federale, una pratica che consente loro di ottenere una tariffa migliore.

-

PREV Lanaudière | Il corpo del giovane pescatore è stato ritrovato a Saint-Ignace-de-Loyola
NEXT Concerto dell’Orchestra Nazionale dell’Ile-de-France