Covid: l’Agenzia regionale della sanità sporge denuncia contro l’ex direttrice della Dordogna per le sue dichiarazioni anti-vax

Covid: l’Agenzia regionale della sanità sporge denuncia contro l’ex direttrice della Dordogna per le sue dichiarazioni anti-vax
Covid: l’Agenzia regionale della sanità sporge denuncia contro l’ex direttrice della Dordogna per le sue dichiarazioni anti-vax
-

Dopo le dichiarazioni su Twitter di Benoît Elleboode, direttore generale dell’Agenzia regionale della sanità, è stata presentata la denuncia contro Marie-Ange Perulli davanti al tribunale. Queste sono le informazioni di France Bleu Périgord. Una denuncia per diffamazione depositata la costituzione di parte civile lo scorso 27 maggioindica l’ARS a “dal decano dei giudici istruttori del tribunale giudiziario di Bordeaux”. Questa denuncia mira commenti fatti pubblicamente dall’ex direttore dell’ARS della Dordogna sulla sua gestione dell’epidemia di coronavirus.

Un ex direttore dell’Ars in un convegno anti-vax

Marie-Ange Perulli è intervenuta l’8 maggio a Saintes (Charente-Maritime) durante un consiglio scientifico indipendente (organismo derivante dal movimento anti-vax). Marie-Ange Perulli essendo in pensione, è stata invitata a parlare in qualità di ex direttrice dell’Agenzia sanitaria regionale della Dordogna. Marie-Ange Perulli era stata dirigente, all’epoca, nel dipartimento, la crisi del Covid e il confinamento. È arrivata il 1 febbraio 2020, pochi giorni prima che fosse annunciato il primo parto.

Ha dichiarato in questa conferenza “che non c’erano servizi di emergenza sovraffollati [En Dordogne] e che non ci fossero stati più decessi negli EHPAD”. Anche Marie-Ange Perulli ha messo in dubbio la continuità delle cure durante questo periodo.

Ha affermato “hanno fatto di tutto per limitare l’apertura dei centri vaccinali”. In questa conferenza, ha anche detto che i medici “ha seguito le istruzioni nazionali senza fare domande”. Ha descritto i giornalisti “che ha detto sciocchezze e […] che cercavano la bestiola” e con il quale limitava volontariamente gli scambi.

Il ministro ha annunciato “una denuncia senza indugio”

Benoît Elleboode, direttore dell’ARS della Nuova Aquitania, è intervenuto su X (ex Twitter) scrivendo che queste affermazioni erano “insulto verso tutti i dipendenti e i partner di ARS Nouvelle-Aquitaine”. Ha deplorato il “strategia” di Marie-Ange Perulli “perché abbiamo salvato vite umane, grazie e attraverso la vaccinazione”.

Questa posizione ha provocato la reazione non solo dell’Agenzia sanitaria regionale di Bordeaux, ma anche il ministro della Sanità, Frédéric Valletoux. Quest’ultimo ha annunciato in un tweet di aver chiesto che fosse presentata una denuncia “senza indugio” Contattato, il Ministero della Salute non ha risposto alle nostre richieste di sapere se il ministro avesse portato a termine la procedura.

-

PREV TORCY: Progetti urbanistici e lavori stradali realizzati e futuri per la Comunità urbana di Creusot Montceau
NEXT Olimpiadi di Parigi 2024: la squadra francese di canottaggio perfeziona gli ultimi aggiustamenti sul lago Dagueys a Libourne