Elezioni legislative 2024: primi dibattiti nel Tarn-et-Garonne e nel Gers su France Bleu e France 3 Occitanie

Elezioni legislative 2024: primi dibattiti nel Tarn-et-Garonne e nel Gers su France Bleu e France 3 Occitanie
Elezioni legislative 2024: primi dibattiti nel Tarn-et-Garonne e nel Gers su France Bleu e France 3 Occitanie
-

Questo mercoledì 19 giugno 2024, alle 21:10, su France Bleu e France 3 Occitanie, si svolgeranno nell’ex Midi-Pirenei i primi due dibattiti di queste elezioni legislative anticipate. Saranno sei in totale prima del secondo turno, il 7 luglio.

Per questa prima serata, due distretti sono sotto il microscopio: il primo del Tarn-et-Garonne che comprende Montauban e l’est del dipartimento, e il primo del Gers che riguarda la metà meridionale, compreso Auch.

La prima circoscrizione elettorale del Tarn-et-Garonne

Gli elettori risiedono a Montauban e la sua periferia sud (Saint-Nauphary) e nell’est del dipartimento: Caussade, Albias, Saint-Etienne-de-Tulmont, Nègrepelisse, Saint-Antonin-Nobleval.

Destabilizzare Valerie Rabault deputato socialista nel collegio elettorale dal 2012 ed ex vicepresidente dell’Assemblea nazionale, una candidatura a sorpresa nella persona del sindaco di Montauban da 23 anni. Brigitte Barèges, Deputato tra il 2002 e il 2012, ha deciso di rilanciare la battaglia per il Palazzo Borbone. Presidente dei Repubblicani 82, vicina a Eric Ciotti, non avrà nessun concorrente del Rally Nazionale. La maggioranza presidenziale è rappresentata da Caterina Simoninoimpegnata nella Lega contro il Cancro e che non è riuscita a qualificarsi per il secondo turno nel 2022. Di fronte a questo trio femminile, Riccardo Bianco rappresenterà Lutte Ouvrière.

Jean-François Grilhaut-Des-Fontaines (Solidarietà e Progresso) e Alain Bru (senza etichetta) sono candidati anche in questa circoscrizione elettorale.

La prima circoscrizione elettorale del Gers

Il secondo dibattito, intorno alle 22, interesserà gli elettori del sud del Gers e della capitale, Anche. Queste sono le città di Samatan, Saramon, Lombez, Marciac, Masseube, Miélan, Mirande e Nogaro.

Jean-René Cazeneuve, l’ex relatore sul bilancio difenderà il suo seggio e il record di Emmanuel Macron. Dovrà opporsi alla prima forza politica del Gers, la RN, che alle elezioni europee detiene più del 30% in questo collegio elettorale. Il partito di Jordan Bardella è rappresentato come nel 2022 dal suo delegato dipartimentale, Jean-Luc Yelma. E come due anni fa, Pasquale Levieux vestirà i colori dell’alleanza di sinistra, dopo i Nupes, il Nuovo Fronte Popolare. Il ribelle aveva resistito alla maggioranza presidenziale nel 2022, con soli 1.800 voti in meno rispetto a Jean-René Cazeneuve, rieletto.

Anche in questa prima circoscrizione elettorale del Gers ci sono dei candidati Jean-Louis Chareton (Lotta operaia), Aurore Cazes (Riconquista), Alexis Bourdaud Anduaga (gli ecologisti), Adrian Aymes (cambio cittadino) e Ludovico Larre (movimento per gli animali.)

L’Autorità di Regolazione per le Comunicazioni Audiovisive e Digitali (Arcom) assicura il rispetto del pluralismo. I media audiovisivi devono quindi applicare un principio di equità, valutato in base alla rappresentatività dei candidati. Tale rappresentatività è essa stessa valutata da Arcom sulla base dei risultati ottenuti nel corso delle ultime elezioni legislative e delle ultime elezioni, e secondo le indicazioni dei sondaggi d’opinione.

-

PREV Pink Martini e China Forbes terranno un “bel” concerto in Square André Chénier nell’ambito del Carcassonne Off Festival
NEXT Huguette Bello in viaggio per il Madagascar