Ille-et-Vilaine: un progetto riunirà giovani dai quattro angoli del mondo

Ille-et-Vilaine: un progetto riunirà giovani dai quattro angoli del mondo
Ille-et-Vilaine: un progetto riunirà giovani dai quattro angoli del mondo
-

Di

Maxime Turberville

pubblicato su

18 giugno 2024 alle 17:48

Vedi le mie notizie
Segui Le Journal de Vitré

È una tradizione nel Paese di Vitré (Ille-et-Vilaine) ogni estate. Dal 2014, a campo di volontariato internazionale gestisce una comunità per alcune settimane.

Il concetto è semplice: accogliere giovani da tutto il mondo, ma anche volontari locali. Tutte queste piccole persone sono accompagnate da supervisori.

Un muro di 75 metri da ristrutturare

Obiettivo: creare sinergia e incoraggiare gli scambi tra volontari mentre lavorano su un progetto comune.

Quest’anno, per la decima edizione, il gruppo affronterà il restauro di un muro situato tra la mediateca e il presbiterio Argentré-du-Plessis.

“È un muro lungo 75-80 e alto 2 metri. Occorre rinnovarlo completamente perché è molto danneggiato», spiega Christophe Brossault, deputato all’Istruzione, alla gioventù e all’infanzia.

Video: attualmente su Actu

Dietro questo progetto ci sono diversi partner: la città di Argentré-du-Plessis, Vitré Communauté e Etudes et Chantiers.

Il progetto è sostenuto economicamente anche dal Caf, dal Dipartimento, dalla Regione e dal Corpo Europeo di Solidarietà.

10 volontari internazionali

Dall’8 al 26 luglio 10 volontari internazionali sarà presente in loco dalle ore 9:00 alle ore 17:00. Responsabile del reclutamento è Mika Tepnadze, georgiano in servizio civile presso Etudes et Chantiers.

“Abbiamo 8 persone su 10 al momento. Sono rappresentati diversi paesi: Egitto, Turchia, Giappone, Spagna, Finlandia e Italia”, spiega Mika.

Questi volontari hanno tra i 18 ed i 25 anni. Durante il cantiere saranno ospitati presso l’Espace Pierre-de-Coubertin. “Sarà in tenda o al chiuso”, spiega Christophe Brossault.

Anche questi volontari saranno accompagnati da giovani residenti nella zona. “Ci sono cinque posti per la giornata. È aperto dai 16 anni. La prima settimana è quasi terminata», spiega Caroline Buret del servizio di informazione giovanile della Comunità Vitré.

La partecipazione è di minimo due giorni, i pasti sono coperti, c’è la possibilità di trasporto da Vitré e di dormire sul posto se il giovane è maggiorenne.

Le registrazioni devono essere effettuate con Caroline Buret allo 02 99 96 54 01, 0 662 742 490 o via e-mail [email protected].

Tutti questi giovani saranno supervisionati da tre persone: un supervisore tecnico, un agente comunale e un funzionario eletto.

Inaugurazione, escursione e pasto con i volontari

Le tre settimane saranno animate da numerosi highlights gratuiti. Il primo, lunedì 8 luglio per l’inaugurazione. Sarà l’occasione per incontrare i volontari.
“Coglieremo anche l’occasione per celebrare il decimo anniversario del sito”, annuncia Caroline Buret. Il momento festivo è previsto per le 18:30. Partecipazione e registrazione richieste con Caroline Buret allo 02 99 96 54 01, 0 662 742 490 o via e-mail. [email protected].
Il secondo momento clou avrà luogo mercoledì 17 luglio con un’escursione di 4 km. Partenza alle 18:30 dal Jardin du Hill con ritorno nello stesso luogo. L’incontro vi permetterà di scoprire il patrimonio della città con l’associazione Vivre à Argentré.
Anche La Bouèze ospiterà l’evento e i giochi in legno. Dovrai portare il tuo picnic.
Infine, per l’ultimo momento clou, appuntamento giovedì 25 luglio alle 18:30 sul posto per un pasto in stile “locanda spagnola”.
Tutti sono invitati a portare un piatto da condividere con i partecipanti.

La popolazione invitata ad incontrarli

Argentré-du-Plessis accoglie per la seconda volta un campo di volontariato. Nel 2019, i giovani e i loro supervisori hanno ripristinato il lavatoio agli Hill Gardens.

Una bella esperienza per coloro che sono coinvolti nel progetto. “È andata molto bene”, ricorda Christophe Brossault. Come nel 2019, i partner del progetto sperano che il cantiere dia vita alla città.

“Vogliamo che sia un evento di festa per la popolazione. Le persone possono venire a chiacchierare con i giovani e prendere un caffè con loro. È un’occasione per incontrare giovani provenienti da tutto il mondo”, conclude Christophe Brossault.

Segui tutte le notizie dalle tue città e media preferiti iscrivendoti a Mon Actu.

-

NEXT Concerto dell’Orchestra Nazionale dell’Ile-de-France