Una commissione propone un modo per riesportare le armi svizzere in Ucraina, ma i funzionari eletti sono molto divisi

Una commissione propone un modo per riesportare le armi svizzere in Ucraina, ma i funzionari eletti sono molto divisi
Una commissione propone un modo per riesportare le armi svizzere in Ucraina, ma i funzionari eletti sono molto divisi
-

Pubblicato il 18 giugno 2024 alle 17:56 / Modificato il 18 giugno 2024 alle 18:02

Un anno di lavoro, diverse sessioni, audizioni di esperti che si susseguono e, alla fine, un progetto per autorizzare la riesportazione di armi svizzere in Ucraina: la commissione per la sicurezza del Consiglio nazionale ha presentato martedì quello di le sue copie più sensibili e seguite dai media. Non solo perché tocca un conflitto in Europa, ma anche perché mette in discussione la neutralità.

Non in Ucraina tanto presto

Tutte le novità a portata di mano!

Per soli CHF 29.- al mese avrai accesso illimitato a tutti i nostri articoli. Approfitta della nostra offerta speciale: il primo mese a soli CHF 9!

SOTTOSCRIVI

Buoni motivi per abbonarsi a Le Temps:
  • Accesso illimitato a tutti i contenuti disponibili sul sito.
  • Accesso illimitato a tutti i contenuti disponibili sull’applicazione mobile
  • Piano di condivisione di 5 articoli al mese
  • Consultazione della versione digitale del quotidiano dalle ore 22.00 del giorno precedente
  • Accesso agli integratori e a T, la rivista Temps, in formato e-paper
  • Accesso ad una serie di vantaggi esclusivi riservati agli abbonati

Sei già abbonato?
Per accedere

#Swiss

-

PREV Una base di riutilizzo dei materiali da costruzione a Mérignac
NEXT Concerto dell’Orchestra Nazionale dell’Ile-de-France