“Cosa aspetti? La frase giusta”: ospite a France Inter, Rachida Dati si arrabbia al microfono di Nicolas Demorand

“Cosa aspetti? La frase giusta”: ospite a France Inter, Rachida Dati si arrabbia al microfono di Nicolas Demorand
“Cosa aspetti? La frase giusta”: ospite a France Inter, Rachida Dati si arrabbia al microfono di Nicolas Demorand
-

Atmosfera tesa nello studio di France Inter. Invitata allo spettacolo mattutino presentato da Nicolas Demorand questo martedì 18 giugno, la ministra della Cultura Rachida Dati ha risposto alle domande della giornalista politica Yaël Goosz. Mentre criticava il programma del Nuovo Fronte Popolare e del Raggruppamento Nazionale per le elezioni legislative anticipate, ha improvvisamente interrotto la sua risposta. “So che non mi stai ascoltando adesso“, disse infastidita.”si si“, ha risposto la conduttrice.”Stiamo preparando la seguente domanda, è normale“, ha sottolineato il suo giornalista.”Quindi non ascolti la risposta“, ha poi insistito.

“Quando saranno privatizzati, andate a parlare con loro nella vostra piccola comodità”

“Se ti seguiamo, non è né-né in caso di duello tra RN Front Populaire al secondo turno“, ha concluso Yaël Goosz, stimando che Rachida Dati abbia messo di fronte il sindacato di sinistra e il partito di estrema destra. “No, riassumi tu! Ferma il signor Goosz, è conforto! Tu sei conforto… Andate a dirlo ai tecnici della vostra radio, e alle segretarie e a tutte le persone che saluto ogni giorno, ogni volta“, ha ribattuto, di fronte allo stupore del giornalista.

Quale rapporto?” le chiese. “Quando saranno privatizzate, andate a dirglielo nella vostra piccola comodità: allora non è né-né. Cosa aspettate, la sentenza giusta? Sono in fondo. Difendo il mio Paese, difendo i suoi valori. Io difendi il Paese che mi ha permesso di essere davanti a te oggi” lei ha aggiunto.

LEGGI ANCHE: “Non ha un lavoro, preferisce guardare la televisione”: Cyril Hanouna paga Eric Dupond-Moretti contro Rachida Dati

In caso di vittoria dopo le elezioni legislative, il Raggruppamento Nazionale promette di privatizzare la radiodiffusione pubblica. Da parte sua, Rachida Dati ha già presentato il progetto di riforma finalizzato alla fusione dei media del gruppo pubblico, testo in sospeso dopo lo scioglimento dell’Assemblea nazionale.

-

PREV Il Rennes teme conseguenze “drammatiche” per la L1 in assenza di un accordo sui diritti tv
NEXT Una stanza sotto le stelle: “sta accadendo” per il festival di Nîmes