Demolito il secolare carcere dell’Isola di Anticosti

-

Un imprenditore immobiliare cresciuto sull’isola di Anticosti non si è fermato da quando la leggendaria prigione secolare del comune è stata distrutta mentre cercava di trasformarla in un progetto turistico e culturale.

L’antica prigione situata nel centro del villaggio di Port-Menier, a due passi dalla chiesa, è stata distrutta il 6 giugno, lasciando un vuoto nel comune dell’isola, gravemente carente di alloggi.

La demolizione del vecchio carcere è avvenuta il 6 giugno 2024. Foto cortesia Alexaticosti

Foto fornita da ALEXANTISCOSTI

“Sono arrabbiato con questo governo e con il Comune che non hanno rispetto per il patrimonio”, dice Yvan Méthot, un pompiere in pensione cresciuto sull’isola e che ora vive a L’Assomption, a Lanaudière.

Imprenditore immobiliare e proprietario di 14 condomini, il signor Méthot aveva proposto al Ministero della Cultura e delle Comunicazioni di acquisire la vecchia prigione e di ristrutturarla a sue spese, insieme al suo collega Fernand Gendron.

“Volevamo trasformarlo in un sito turistico e in un alloggio al piano superiore che avrebbe potuto essere utilizzato per i visitatori catturati sull’isola a causa, ad esempio, di ritardi aerei.”

L’edificio necessitava di importanti lavori di ristrutturazione, ma le imprese appaltatrici non hanno potuto realizzare il progetto per mancanza di autorizzazioni.

«Ho cercato di ottenere l’appoggio del mio deputato, che è anche primo ministro del Quebec poiché abito nel distretto di François Legault, ma lui non ha mai mosso un dito per salvare l’edificio storico», si arrabbia il signor Méthot.


Le tre celle originarie del vecchio carcere hanno resistito ai picconi dei demolitori. Foto per gentile concessione di Alexanticosti

Foto fornita da ALEXANTISCOSTI

Stato non mantenuto

La vecchia prigione comprendeva “celle e alloggi al piano superiore per ospitare il peacekeeper”, indica il Direttorio del Patrimonio Culturale del Quebec. Dotato di quattro celle al piano terra, “sarebbe stato utilizzato anche per riporre armi sequestrate ai bracconieri, nonché attrezzature da caccia e pellicce” si legge.

“La maggior parte delle persone con cui ho parlato sono rimaste affezionate a questo edificio che ha testimoniato la storia della nostra isola, anche se hanno scoperto che le cose si trascinavano”, confida al Giornale Danièle Morin, guida avventurosa e Anticostiana da oltre 40 anni.

Disabitato dal 2018, l’edificio eretto nel 1912 è stato oggetto di una proposta di status di protezione nazionale depositata il 18 agosto 2023, ma tale proposta è stata respinta il 23 ottobre.

Il motivo addotto dal direttore delle politiche e della valutazione del patrimonio di Saguenay e della North Shore, Bruno Boisvert? L’edificio “presenta pochi elementi distintivi che permettono di ricondurlo alle sue funzioni originarie”.

Le celle di cemento erano tuttavia intatte, come è stato osservato Il giornale l’estate scorsa durante la sua visita all’isola.

Il Comune di Anticosti non ha risposto alla nostra richiesta di colloquio.


Prigione

Il carcere di Anticosti prima della sua demolizione.

Foto MATHIEU-ROBERT SAUVÉ

Storia del carcere

Fu nel 1912 che il direttore generale dell’isola, Georges Martin-Zédé (1864-1951), braccio destro del proprietario Henri Menier (1853-1913), ideò il progetto della prigione che fungeva anche da caserma dei pompieri .

Le celle verranno utilizzate per imprigionare i contrabbandieri colti in flagrante, persone che disturbano l’ordine pubblico e dipendenti delle aziende di disboscamento espulsi per aver disobbedito alle regole. Nella maggior parte dei casi, questi prigionieri verranno trasferiti sulla nave successiva sulla terraferma per il processo.

Morto all’età di 96 anni nel 2019, Hector Têtu è stato l’ultimo agente di polizia ad aver vissuto nell’alloggio al piano superiore della vecchia prigione.

Hai qualche informazione da condividere con noi su questa storia?

Scrivici a o chiamaci direttamente al 1 800-63SCOOP.

-

PREV Recital del pianista Evgeny Kissin al Festival Radio France Occitanie Montpellier
NEXT NOVITÀ A MEZZOGIORNO. Incendio fatale a Nizza, Popeyes si trasferisce a Montpellier, elezione del presidente dell’Assemblea… cosa ricordare