Émilise Lessard-Terrien terrà un discorso a Saint-Jean organizzato da Catherine Dorion e Sol Zanetti

Émilise Lessard-Terrien terrà un discorso a Saint-Jean organizzato da Catherine Dorion e Sol Zanetti
Émilise Lessard-Terrien terrà un discorso a Saint-Jean organizzato da Catherine Dorion e Sol Zanetti
-

Diverse settimane dopo le dimissioni clamorose, Émilise Lessard-Terrien tornerà tra gli attivisti della solidarietà, quando terrà un discorso durante la Giornata Nazionale organizzata da Catherine Dorion e Sol Zanetti.

“Sarà la grande Émilise Lessard-Therrien che pronuncerà il discorso patriottico sabato prossimo a La Saint-Jean dans le bois con Sol Zanetti e Catherine Dorion”, ha annunciato il gruppo Indipendenza dei Cittadini.

Su Facebook, l’ex co-portavoce di Québec solidaire ha affermato di aver ritrovato il desiderio di parlare, di aver “finalmente ritrovato” la sua primavera.

“Perché dopo lo sciroppo d’acero, lo sciroppo di betulla, le piantine, le verdure che scoppiano ovunque, il sole che non smette mai di tramontare, la passione sepolta in profondità, vuole sbuffare di nuovo. Non vedo l’ora di vedere te e noi tutti incontrarci nel bosco per cantare di noi e sperare”, ha scritto. “Mi avete scritto in centinaia, fermati per strada per battute di spirito. Per avere notizie. Il nostro mondo è pieno di calore e di esseri umani meravigliosi. Mi sento estremamente coccolato. C’è un po’ di guarigione da ciascuno di questi gesti. Grazie.”

Esaurito

Lo scorso aprile, quattro mesi dopo la sua elezione a co-portavoce del Québec solidaire, Émilise Lessard-Therrien ha lasciato il suo incarico. Era esausta.

Il politico e agricoltore, 33 anni, era assente dal lavoro da diverse settimane.

“Solo quattro mesi sono bastati per esaurirmi. Completamente», ha sottolineato l’ex deputato Rouyn-Noranda-Témiscamingue.

Ha deplorato di aver tentato invano di “dare nuova vita al partito”, senza riuscire a influenzare la macchina della solidarietà già in movimento, prendendo di mira la guardia di Gabriel Nadeau-Dubois.

La sua partenza scatenò anche una crisi interna al Québec solidaire. Dopo un commovente consiglio nazionale, i deputati si sono finalmente schierati dalla parte del co-portavoce maschile, adottando la Dichiarazione di Saguenay e accettando di aggiornare il programma del partito di sinistra.

Il successore di Émilise Lessard-Terrien sarà reso noto quest’autunno. Per il momento solo Ruba Ghazal ha confermato la sua partecipazione alla corsa.

Hai qualche informazione da condividere con noi su questa storia?

Scrivici a o chiamaci direttamente al 1 800-63SCOOP.

-

PREV Giochi Olimpici 2024. Dov’è la fiamma olimpica questo venerdì 19 luglio?
NEXT “Faceva piccole passeggiate sul vaso di fiori”