Focus – Il Marocco intende acquisire i missili antinave “Boeing Harpoon” per i suoi aerei da caccia F-16

-

Il Marocco prevede di acquisire dieci missili antinave “Harpoon Block II (AGM-84L)” e missili da crociera SLAM-ER (AGM-84H/K) dalla Boeing, secondo il sito specializzato military.africa.

“Queste acquisizioni mirano a rafforzare le capacità delle Forze aeree reali marocchine (FRA), in particolare con l’integrazione dei missili Harpoon negli aerei da combattimento F-16 Viper. Si prevede che le forze armate reali riceveranno 24 di questi jet avanzati entro il 2026″, ha affermato la stessa fonte.

Va notato che l’A/U/RGM-84 Harpoon è un sistema missilistico anti-nave per tutte le stagioni e oltre l’orizzonte che fornisce alla Marina un missile comune per i lanci aerei e navali.

+ Missili Harpoon Block II +

La guida radar attiva dell’Harpoon, il design della testata, la traiettoria di crociera a bassa quota e le manovre di sfioramento del mare o di pop-up in modalità terminale garantiscono elevata sopravvivenza ed efficacia. Il missile può essere lanciato da navi di superficie, sottomarini, batterie costiere o aerei (senza booster).

I missili Harpoon Block II, dotati di una testata esplosiva da 525 kg e una gittata fino a 280 km, rappresentano l’ultima generazione di armi antinave. Rapporti tecnici indicano che questi missili possono distruggere con precisione bersagli galleggianti e mezzi navali nemici, comprese portaerei e navi da sbarco.

Per aumentare le capacità dei suoi aerei da combattimento Lockheed Martin F-16 Fighting Falcon nella guerra navale, la FRA ha annunciato nell’aprile 2020 che stava cercando di acquisire i missili anti-nave Boeing AGM-84L Harpoon Block 2 dagli Stati Uniti progetto di acquisizione. affare del valore di 62 milioni di dollari.

+Rimozione di obiettivi non costieri +

L’Agenzia statunitense per la cooperazione e la sicurezza della difesa (DSCA) ha annunciato martedì 14 aprile 2020 che il Dipartimento di Stato ha approvato la vendita di 10 missili Harpoon al Marocco.

La vendita proposta comprende contenitori, parti di ricambio e riparazione, apparecchiature di supporto e prova, pubblicazioni e documentazione tecnica, formazione del personale e materiali di formazione, assistenza tecnica del governo degli Stati Uniti e rappresentanti degli appaltatori, servizi di supporto tecnico e logistico e altri elementi correlati di supporto logistico.

I missili Boeing AGM-84L Harpoon Block II che il Marocco ha richiesto di acquisire dagli Stati Uniti per i suoi aerei da caccia F-16 avranno capacità di puntamento costiere ridotte, affermano gli Stati Uniti. I missili Harpoon che saranno forniti al Marocco sono la versione di “soppressione di obiettivi non costieri”, che non sarà in grado di attaccare obiettivi terrestri, secondo una notifica di vendita di armi del Registro federale del 27 aprile 2022.

Una delle nuove capacità dell’arpione Block II AGM-84L è la sua capacità significativamente migliorata di trovare navi bersaglio che navigano vicino alla costa o in acque affollate, così come la sua capacità di utilizzare la navigazione assistita da GPS per volare con precisione prima del lancio. coordinate di destinazione programmate.

“Il Blocco II fa parte del nostro piano di sviluppo a spirale per Harpoon”, ha affermato Jim O’Neill, direttore generale della Boeing per Navy Missile Systems. “L’arpione ha dimostrato di essere un’arma navale di precisione in grado di attaccare navi di superficie e bersagli terrestri da una distanza di stallo. »

+ Raddoppia la quantità di bombe intelligenti +

Nel frattempo, il Marocco riceverà unità di consegna di armi BRU-57/A per raddoppiare la quantità di bombe intelligenti che i suoi aerei da combattimento F-16 possono trasportare. L3Harris Technologies ha annunciato un contratto da 29 milioni di dollari nel dicembre 2022 per fornire sistemi di lancio di armi intelligenti alle forze aeree del Medio Oriente e del Nord Africa.

L’unità di lancio di bombe BRU-57/A consentirà agli aerei da combattimento F-16 di trasportare due armi intelligenti su ciascun punto d’attacco invece di una, raddoppiando la capacità delle munizioni. L’unità è compatibile con armi guidate da 500 e 1000 libbre.

Oltre ai missili antinave, il Marocco ha acquisito anche missili da crociera a medio e lungo raggio progettati per attacchi ad alta precisione su obiettivi terrestri e marittimi. Queste armi avanzate rafforzano ulteriormente le capacità militari del Marocco.

+ Una velocità di salita fino a 15.240 metri al minuto +

L’F-16 Fighting Falcon, originariamente sviluppato dalla General Dynamics e ora prodotto dalla Lockheed Martin, è un aereo multiruolo ancora in servizio. Il suo primo volo ebbe luogo il 2 febbraio 1974 e la sua entrata ufficiale in servizio avvenne il 17 agosto 1978. Al 25 aprile 2019 erano state costruite 4.588 unità. L’aereo è alimentato da un motore turbofan Pratt & Whitney F100-PW-229, che produce 79 kN di spinta senza postcombustore e 130 kN con postcombustore.

L’F-16 ha dimensioni compatte con un’apertura alare di 9,8 metri, una lunghezza di 14,8 metri e un’altezza di 4,8 metri, offrendo una superficie alare di 27,87 m². Il suo peso a vuoto è di 8.272 kg, mentre può raggiungere un peso massimo di 16.900 kg a pieno carico. In termini di prestazioni, l’F-16 può raggiungere una velocità massima di 2.173 km/h (Mach 2.04) ed ha una tangenza operativa di 15.200 metri.

La sua velocità di salita è impressionante, raggiungendo i 15.240 metri al minuto, e la sua autonomia è di 550 km. Il carico alare dell’aereo è di 431 kg/m² e il suo rapporto spinta/peso è di 0,90.

+ L’aereo dotato di un radar a infrarossi lungimirante (FLIR) +

L’avionica dell’F-16 è particolarmente avanzata, compresi i controlli di volo fly-by-wire, un display heads-up e un sistema Hands On Throttle-And-Stick (HOTAS). Le versioni successive dell’F-16 hanno visto l’integrazione di radar sempre più sofisticati, dal radar AN/APG-66 al radar AESA (Active Electronically Scanned Array) AN/APG-83.

L’aereo è inoltre dotato di un radar a infrarossi lungimirante (FLIR), un ricevitore di allarme radar ALR-56M, GPS, Link 16 per comunicazioni sicure e un modulo AN/guerra elettronica per missioni di disturbo e difesa.

In una recente riunione, il Consiglio ha approvato progetti di legge organica e decreti volti a rafforzare il settore militare, riflettendo l’incrollabile impegno del Marocco a migliorare le proprie capacità di difesa. I colloqui ad alto livello, guidati dal Re, sottolineano l’importanza strategica attribuita allo sviluppo dell’industria della difesa del Paese.

+ Modernizzare le forze armate +

Questa acquisizione fa parte di una più ampia strategia del Marocco volta a modernizzare le sue forze armate e ad affermare il controllo del suo dominio marittimo. La settimana scorsa, il re Mohammed VI ha presieduto una riunione del Consiglio dei ministri che ha segnato un passo avanti verso l’autonomia del Marocco come industriale della difesa.

La FRA possiede attualmente 23 aerei F-16C/D Block 50/52 ricevuti tra il 2011 e il 2012, uno dei quali è stato danneggiato nello Yemen durante le operazioni di combattimento.

All’inizio del 2019, la FRA intendeva acquisire un ulteriore lotto di F-16 Fighting Falcon dagli Stati Uniti e modernizzare la flotta esistente. Il Marocco ha richiesto venticinque unità degli ultimi caccia Block 72 (F-16V), per un valore di 3,8 miliardi di dollari.

In risposta, il 25 marzo il Dipartimento di Stato americano ha rivelato che stava valutando la possibilità di approvare una possibile vendita militare straniera (FMS) al Marocco di 25 aerei F-16C/D Block 72 e attrezzature associate per un costo stimato a 3,787 miliardi di dollari, aggiunge Africa. Militare.

Articolo 19.ma

-

NEXT Concerto dell’Orchestra Nazionale dell’Ile-de-France