Datori di lavoro: Medef Vaucluse volta pagina su UPV

-

Dopo aver visto il numero dei suoi iscritti sciogliersi come neve al sole, il Medef (Movimento imprenditoriale francese) intende rilanciarsi nel Vaucluse. Per questo motivo, il sindacato padronale ha inviato numerosi dirigenti nazionali e regionali all’assemblea generale della struttura del Vaucluse che si è appena tenuta presso la sede del GSE ad Avignone. Una presenza notevole che illustra la determinazione di Medef a riconquistare il suo posto nel Vaucluse

” È andata bene. Abbiamo voltato pagina in modo pulito», confida Bruno Arcadipane, primo vicepresidente del Medef nazionale, responsabile degli iscritti. Un modo delicato per spiegare che l’operazione per prendere il controllo della sezione Vaucluse del sindacato padronale si è svolta senza intoppi.
Va detto che, stanco delle ‘specificità’ del funzionamento locale, il Medef nazionale è stato rappresentato in forze durante l’assemblea generale del Medef Vaucluse che si è tenuta il 5 giugno presso la sede avignonese del GSE, la più grande società Vaucluse con sede nel dipartimento.
Infatti, oltre a Bruno Arcadipane, anche presidente di Action Logement, Jean-Louis Maurizi, presidente di Medef Sud, Jean-Luc Monteil, ex presidente regionale, e Olivier Tarrazi, rappresentante dell’UPE 13 e membro dell’ufficio Medef Sud, avevano si è recato per ristabilire l’ordine nella filiale di Vaucluse della prima organizzazione padronale francese.

“Vaucluse è apparso in cima alla pila delle priorità. »

Bruno Arcadipane, 1ehm vicepresidente del Medef nazionale

Un centinaio di persone hanno partecipato all’Assemblea generale di Medef Vaucluse tenutasi nei locali della sede del GSE.

“Quando Patrick Martin (ndr: il nuovo presidente nazionale del Medef eletto nel luglio 2023), ha fatto il punto sui territori dove c’erano problemi da risolvere, il Vaucluse è apparso in cima alla lista delle priorità, riconosce con franchezza Bruno Arcadipane . Era quindi fondamentale ricreare una dinamica. Questo territorio, con la qualità delle imprese e del tessuto economico che lo compone, se lo merita. È quindi importante che Medef trovi il suo posto. »
La calorosa accoglienza dei cento partecipanti a questa assemblea, quando la struttura contava solo una cinquantina di soci, sembra confermare le aspettative di una parte dei datori di lavoro locali.
“Questo viaggio dei funzionari nazionali è un messaggio molto forte”, insiste Bruno Arcadipane. Era molto importante essere lì per dimostrare la nostra determinazione nel porre fine a questo periodo di incertezza. »
“La struttura non svolgeva più il suo ruolo e non forniva più servizi alle imprese”, aggiunge Jean-Louis Maurizi, presidente della regione.
Un approccio sostenuto dallo stesso presidente di Medef, che si compiace di “questa prima Assemblea di grande successo”. Patrick Martin ha inviato tutto il suo incoraggiamento per l’occasione promettendo di unirsi al nuovo team Medef 84 “al più presto possibile”.

Un presidente del Vaucluse a novembre?
Concretamente, questo “nuovo inizio” si concretizza nella creazione di una nuova entità denominata Medef Vaucluse che subentra all’ex associazione UPV-Medef (Unione patronale de Vaucluse) che le autorità nazionali hanno quindi “scollegato” da tutti i suoi mandati quali come Urssaf, CPAM, Caf, tribunali del lavoro, ecc.
«D’ora in poi faremo in modo che Medef Vaucluse rispetti gli statuti e l’etica nazionale», annuncia con fermezza Bruno Arcadipane che conferma «che in 30 anni di Medef, non si era mai vista la creazione di una nuova associazione come da noi. »
La nuova struttura è ora guidata da 12 amministratori (vedi riquadro a fine articolo) che hanno designato Jean-Louis Maurizi, presidente della regione, a fungere da presidente ad interim fino all’autunno.
«Per allora il consiglio di amministrazione sarà portato a 40 membri e a novembre eleggerà il presidente del dipartimento», precisa quest’ultimo.

Sulla stessa lunghezza d’onda del CCI 84
Allo stesso tempo, la nuova squadra Medef Vaucluse ha voluto sottolineare la sua perfetta intesa con l’attuale squadra della CCI di Vaucluse che ha comunque battuto la lista UPV-Medef alle elezioni consolari del 2021.
All’assemblea erano presenti anche il presidente, Gilbert Marcelli, e il direttore generale, Tomas Redondo. Prova di questo riavvicinamento: è stato anche con loro che i membri della delegazione nazionale Medef hanno poi visitato le aziende Agis della zona Courtine ad Avignone e Eurenco a Sorgues (vedi foto).

Oltre al GSE, la delegazione nazionale del Medef ha visitato anche altri due gioielli dell’economia del Vaucluse. Agis di Avignone ed Eurenco di Sorgue (foto sotto) con una delegazione della CCI.

Fai sentire una sola voce per i datori di lavoro
Altro segno di un cambio di rotta, la volontà di Medef di riallacciarsi al CPME. Infatti, di fronte ad un Medef 84 con abbonati assenti, il dinamismo del CPME di Vaucluse gli ha permesso di radunare quasi un migliaio di iscritti diretti. La lentezza di alcuni e il successo di altri hanno portato per molti anni a rapporti tesi tra le due organizzazioni datoriali del dipartimento.

“Come i rapporti che Medef intrattiene con il CPME a livello nazionale, Vaucluse ritornerà ad un livello normale di dialogo e di relazione con il CPME”

“Come i rapporti che Medef intrattiene con il CPME a livello nazionale, il Vaucluse tornerà ad un livello normale di dialogo e di relazione con il CPME”, annuncia Bruno Arcadipane che non sembra spaventato dall’idea di accettare questa sfida. .

«Sono garante della pari coerenza alla guida di Action Logement che, con 1.100.000 unità abitative destinate ai dipendenti, è la più grande società immobiliare di Francia. In quanto tale, garantisco che 7 organizzazioni datoriali e sindacali interagiscano in modo equilibrato e sereno. Quindi ho una certa esperienza di consulenza”, confida.

“CPME è un partner. Questa è una necessità se vogliamo far sentire la voce del mondo economico. La posta in gioco è troppo alta, soprattutto nell’attuale periodo di incertezza. »

Il nuovo consiglio di amministrazione di MEDEF Vaucluse:
– Jean-Louis Maurizi (presidente ad interim),
–Bruno Arcadipane,
– Jean-Luc Monteil,
–Olivier Tarrazi,
– Christophe Guignes – U Proximité Francia,
– Isabelle Guth – Distribuzione Metafrance,
– Sébastien Quiminal – Enedis Vaucluse.
Rappresentanti delle federazioni professionali:
– Patrick Arakelian (FEP sud-est),
– Jonathan Le Corronc-Clady – FNAIM 84,
– Jérôme Mouret – FNTV84,
– Gilles Mezari – Numeum,
– Denis Morandeau – AGEA.

-

PREV “Non sono un pazzo”: racconta la sua versione l’uomo che domenica sera a Neffiès ha mobilitato alcuni gendarmi armati
NEXT 17 nuovi affreschi! – La Seyne-sur-Mer