Euro 2024. Il Belgio in un girone accessibile… cosa c’è da sapere sul girone E

Euro 2024. Il Belgio in un girone accessibile… cosa c’è da sapere sul girone E
Euro 2024. Il Belgio in un girone accessibile… cosa c’è da sapere sul girone E
-

Il Belgio deve riprendersi dal 2022

Eliminato al primo turno dei Mondiali 2022 in Qatar dopo una fase a gironi fallita (un pareggio, una sconfitta, una vittoria con un solo gol in tre partite), il Belgio deve rialzarsi, alla sua prima competizione senza il suo storico capitano , Eden Hazard.

Per raggiungere questo obiettivo, potrà contare sui suoi dirigenti, come l’essenziale Kevin De Bruyne (Manchester City) o il suo attaccante di punta Romelu Lukaku (AS Roma). Ma dovrà anche ritrovare quella coesione di squadra che gli è mancata un anno e mezzo fa al Mondiale.

Questo contenuto è bloccato perché non hai accettato cookie e altri tracker.

Cliccando su ” Accetto “verranno inseriti cookie e altri tracker e sarai in grado di visualizzare i contenuti (maggiori informazioni).

Cliccando su “Accetto tutti i cookie”autorizzi la memorizzazione di cookie e altri tracker per la memorizzazione dei tuoi dati sui nostri siti e applicazioni per scopi di personalizzazione e targeting pubblicitario.

Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento consultando la nostra politica sulla protezione dei dati.
Gestisci le mie scelte


Accetto
Accetto tutti i cookie

L’Ucraina si presenta nonostante la guerra

Nonostante l’invasione russa che imperversa dal 2022 in Ucraina, la Nazionale ha ottenuto la qualificazione agli Europei negli spareggi. Guidati in particolare da Oleksandr Zinchenko (Arsenal), o dal suo attaccante Artem Dovbyk (Girona), possiamo immaginare che siano partiti per la Germania con una missione: mantenere l’orgoglio e il morale di un popolo sofferente.

Per questa selezione che raramente è andata lontano nelle fasi finali delle grandi competizioni, l’obiettivo sarà già quello di superare i gironi… e perché no, meglio. Nel 2021, gli ucraini hanno raggiunto i quarti di finale, prima di essere eliminati (4-0) dall’Inghilterra, futura finalista del torneo.

Questo contenuto è bloccato perché non hai accettato cookie e altri tracker.

Cliccando su ” Accetto “verranno inseriti cookie e altri tracker e sarai in grado di visualizzare i contenuti (maggiori informazioni).

Cliccando su “Accetto tutti i cookie”autorizzi la memorizzazione di cookie e altri tracker per la memorizzazione dei tuoi dati sui nostri siti e applicazioni per scopi di personalizzazione e targeting pubblicitario.

Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento consultando la nostra politica sulla protezione dei dati.
Gestisci le mie scelte


Accetto
Accetto tutti i cookie

La Slovacchia cercherà di emergere dall’ombra

Qualificata al secondo posto del Gruppo J alle spalle del Portogallo durante le qualificazioni, la Slovacchia si presenta con un girone sordo, ma privo di una vera star. Il suo giocatore più emblematico non è altro che il difensore del PSG Milan Skriniar.

Presente spesso agli Europei, ma mai presente alle ultime quattro, la nazione mitteleuropea quest’anno proverà a sfidare i pronostici.

Questo contenuto è bloccato perché non hai accettato cookie e altri tracker.

Cliccando su ” Accetto “verranno inseriti cookie e altri tracker e sarai in grado di visualizzare i contenuti (maggiori informazioni).

Cliccando su “Accetto tutti i cookie”autorizzi la memorizzazione di cookie e altri tracker per la memorizzazione dei tuoi dati sui nostri siti e applicazioni per scopi di personalizzazione e targeting pubblicitario.

Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento consultando la nostra politica sulla protezione dei dati.
Gestisci le mie scelte


Accetto
Accetto tutti i cookie

E se la Romania facesse una sorpresa?

Inserita nel girone I delle qualificazioni agli Europei che comprende la Svizzera, ma anche Israele, la Romania ha sorpreso finendo al primo posto, senza perdere una sola partita. Assente dall’ultimo Campionato Europeo, la Romania non gioca la fase finale di una competizione importante dal 2026 e dagli Europei in Francia.

Ma visti gli ultimi risultati, la selezione rumena è inevitabilmente arrivata in Germania con l’ambizione di andare oltre la fase a gironi. Senza stelle, sembra ancora in grado di farcela, in questo girone E che non è dei più forti. Piccolo aneddoto, potrà contare in particolare su un giocatore originario di Digione: Bogadan Racovitan, che milita oggi nel campionato polacco.

Questo contenuto è bloccato perché non hai accettato cookie e altri tracker.

Cliccando su ” Accetto “verranno inseriti cookie e altri tracker e sarai in grado di visualizzare i contenuti (maggiori informazioni).

Cliccando su “Accetto tutti i cookie”autorizzi la memorizzazione di cookie e altri tracker per la memorizzazione dei tuoi dati sui nostri siti e applicazioni per scopi di personalizzazione e targeting pubblicitario.

Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento consultando la nostra politica sulla protezione dei dati.
Gestisci le mie scelte


Accetto
Accetto tutti i cookie

Programma del girone E

Lunedì 17 giugno

Romania – Ucraina: 15:00

Belgio – Slovacchia: 18:00

Venerdì 21 giugno

Slovacchia – Ucraina: 15:00

Sabato 22 giugno

Belgio – Romania: 21:00

Mercoledì 26 giugno

Slovacchia – Romania: ore 18.00

Ucraina – Belgio: 18:00

-

NEXT Concerto dell’Orchestra Nazionale dell’Ile-de-France