Nel Finistère, questa compagnia aiuta a compensare la mancanza di vigili del fuoco volontari

Nel Finistère, questa compagnia aiuta a compensare la mancanza di vigili del fuoco volontari
Nel Finistère, questa compagnia aiuta a compensare la mancanza di vigili del fuoco volontari
-

Il servizio dipartimentale antincendio e di soccorso del Finistère (Sdis 29), rappresentato da Marguerite Lamour, presidente del consiglio di amministrazione, e Julien Brouquel, direttore dell’azienda familiare Brouquel paesaggio e servizi, situata nel quartiere Lanugat a Douarnenez (Finistère), hanno firmato un accordo relativo alla disponibilità dei vigili del fuoco volontari durante l’orario di lavoro.

Leggi anche. Sorveglianza delle spiagge del Finistère: il conto raddoppia, questa cittadina non potrà pagare

“Abbiamo bisogno di personale sostitutivo”

Questo accordo, che riguarda Alexandra Charles, dipendente dell’impresa, è stato firmato alla presenza di Jocelyne Poitevin, presidente della comunità dei comuni, Frédéric Toullec capo dell’azienda di Douarnenez, il capitano Christian Goardet, capo del centro antincendio e centro di emergenza di Fouesnant, dove è attaccata Alexandra Charles. L’accordo consentirà in particolare di garantire la sua disponibilità a seguire la formazione”, precisa il presidente di Sdis.

Il dipartimento del Finistère conta 2.200 vigili del fuoco volontari e 500 professionisti. Invito ancora una volta le imprese ad aderire. Abbiamo bisogno di personale sostitutivo che si unisca al team di volontari”, insiste Jocelyne Poitevin.

Leggi anche. Douarnenez. Vigili del fuoco: convenzione con la falegnameria

Un viaggio atipico

L’azienda paesaggistica a conduzione familiare Brouquel ha festeggiato il suo 15° anniversario al 1ehm aprile 2024 e impiega quindici persone. Dopo nove anni presso un’azienda paesaggistica di Quimper, Alexandra Charles, 30 anni, è entrata a far parte dell’azienda Lannugat tre anni fa.

In precedenza ho iniziato con un diploma di maturità professionale nella professione della moda poi in arte applicata e progettazione del paesaggio. Ogni giorno incontro clienti, progetto e disegno , dice il dipendente. La decisione di diventare pompiere è avvenuta tre anni fa. Sono sempre stato attratto da questo ambiente, quindi ci ho provato. Mio nonno Marcel era meccanico pompiere a Châteaulin. È vero che faccio un lavoro creativo, ma mi piace molto stare vicino alle persone e questo un po’ mi è mancato nel mio lavoro ha detto il giovane volontario.

-

PREV Dordogna. Il rilancio dell’associazione EcoCycle
NEXT Gli oppositori della A69 hanno allestito la loro ZAD, prima di un nuovo fine settimana di scontro con la polizia