Greg Fergus suggerisce di imporre sanzioni per calmare il clima alla Camera dei Comuni

Greg Fergus suggerisce di imporre sanzioni per calmare il clima alla Camera dei Comuni
Greg Fergus suggerisce di imporre sanzioni per calmare il clima alla Camera dei Comuni
-

Mentre i deputati federali sollevano sempre più preoccupazioni sugli “slittamenti” del Parlamento, il presidente della Camera dei Comuni, Greg Fergus, ritiene che sarà necessario chiedere “misure più vigorose” quando i commenti “si spingono troppo oltre”.

Martedì il presidente ha testimoniato davanti alla commissione permanente per la procedura e gli affari interni, che sta avviando uno studio sulla prevenzione della violenza e delle molestie contro i parlamentari.

Attualmente i parlamentari non sono soggetti ad un codice di condotta che vada oltre le questioni relative alle molestie sessuali.

Fergus ha osservato che “il tipo più comune di molestie” è stato il linguaggio utilizzato dai parlamentari durante i dibattiti o in commissione. Funzionari eletti di tutti i partiti politici sono venuti ad esprimere le loro preoccupazioni riguardo a tale comportamento, ha aggiunto. “Questa è una cosa che mi preoccupa molto come presidente”, ha detto.

Nell’ambito del suo studio, la commissione permanente per la procedura e gli affari interni dovrà stabilire che tipo di misure adottare per calmare la situazione. Fergus ha detto che aspetterà i risultati della commissione, ma sta già suggerendo che la Camera dei Comuni “usi il suo potere disciplinare in quelle rare occasioni in cui una dichiarazione potrebbe oltrepassare il limite della cattiva condotta”. Tuttavia, non ha specificato quale tipo di sanzioni potrebbero essere prese in considerazione.

Il mese scorso, Fergus ha temporaneamente espulso dalla Camera dei Comuni Pierre Poilievre, il leader dell’opposizione, dopo che quest’ultimo aveva definito “pazzo” il primo ministro Justin Trudeau (“pazzo “). Poco prima, anche un deputato conservatore era stato espulso per essersi rifiutato di ritirare commenti antiparlamentari.

Rispettare le tradizioni

Alla domanda sulla possibilità che i parlamentari federali siano soggetti a un codice di condotta più rigido, Greg Fergus ha sottolineato che resta importante rispettare le tradizioni di lunga data che garantiscono ampi privilegi ai funzionari eletti. La guida alle pratiche della Camera dei Comuni prevede inoltre che “il diritto di gran lunga più importante concesso ai parlamentari è quello di esercitare la loro libertà di parola nel quadro delle deliberazioni parlamentari”, ha osservato.

Seduta in commissione, la deputata del blocco Marie-Hélène Gaudreau ha detto di “vergognarsi” del comportamento dei parlamentari. “Il clima e gli slittamenti mi spaventano”, ha dichiarato davanti al signor Fergus e ai suoi colleghi.

Altri deputati hanno recentemente confidato al Dovere che il tono dei dibattiti parlamentari fosse avvelenato dalla ricerca di viralità sui social network.

Nella sua testimonianza, Greg Fergus ha lamentato che si tratta di un “problema” contro il quale “la presidenza non può fare nulla” poiché gli attacchi partigiani ai social network avvengono fuori dalla Camera dei Comuni.

Una nuova polemica

La testimonianza di Fergus in commissione parlamentare ha coinciso con un nuovo voto per estrometterlo dalla carica di presidente della Camera. L’uomo che è anche deputato di Hull-Aylmer è stato nuovamente oggetto di polemiche, dopo che il Partito Liberale del Canada ha promosso un barbecue estivo in cui lui ha usato un linguaggio partigiano, senza la sua previa approvazione.

Martedì quest’ultimo non si è pronunciato sulla questione in commissione, nonostante le domande dei deputati dell’opposizione. Sebbene messa ai voti martedì, la mozione che chiede le sue dimissioni non era in fase di adozione.

Da vedere in video


#Canada

-

PREV L’inefficienza dei programmi “Awrach” e “Forsa”.
NEXT Allarme tornado a Abitibi-Témiscamingue e Jamésie