Elezioni europee: 400 persone si sono mobilitate per depositare buste nell’Ille-et-Vilaine

-

Sono 38 le liste in corsa per le elezioni europee di domenica 9 giugno 2024 che si svolgerà in un unico turno. Affinché gli elettori dell’Ille-et-Vilaine ricevano le professioni di fede dei candidati nella loro cassetta della posta, martedì 28 maggio è iniziata un’importante operazione logistica di invio delle buste presso il centro espositivo dell’aeroporto di Rennes a Bruz (Ille-et-Vilaine). Lo organizza la Prefettura.

400 persone al lavoro

Il quartiere fieristico si trasformerà in un vero e proprio alveare fino a lunedì 3 giugno. Ciò comporta l’elaborazione di 586.000 buste in cinque giorni. All’incarico sono assegnate circa 400 persone, di cui 300 sono dipendenti pubblici statali o territoriali e le altre centinaia sono state reclutate tra persone in cerca di lavoro, pensionati e studenti, messe a disposizione dalle associazioni per l’inserimento lavorativo. Il personale, che lavora su tavoli da cinque, è distribuito su 10 linee di produzione. Concretamente, quattro persone creano i fasci di documenti e la quinta è responsabile di metterli nelle buste. Una vigilanza specifica è stata posta in essere dai servizi della prefettura. Il tutto dovrà concludersi entro il 3 giugno.

Altri fornitori

Sono ancora 200.000 le buste che vengono trattate direttamente dalle Poste tramite bando di gara. Anche le operazioni di registrazione degli indirizzi e di invio sono state esternalizzate.

Professioni di fede delle elezioni europee che dovranno essere raggruppate prima di essere messe nelle buste
DR

#French

-

PREV 20 anni fa, le scissioni divisero Montreal
NEXT Senna e Marna. Rischi nucleari: questo ospedale si è preparato al peggio