Radar che porta milioni contestato a Zurigo

Radar che porta milioni contestato a Zurigo
Radar che porta milioni contestato a Zurigo
-

Un radar fisso installato sulla trafficata Langstrasse di Zurigo si sta riscaldando da quando è stato installato all’inizio dell’anno. Migliaia di multe sono state inflitte ogni mese da quando è stata vietata la circolazione su un tratto della strada. Solo nel mese di aprile le multe sono state 8.300. La situazione però si è calmata: a febbraio erano stati notificati 17mila reati.

Con 100 franchi per reato il denaro affluisce liberamente nelle casse delle autorità. In quattro mesi sono state distribuite multe per un totale di oltre 4,5 milioni di franchi. I politici ora credono che questo sistema non sia giustificato, apprende dalla “Neue Zürcher Zeitung”.

Un esponente Vert’liberal eletto nella legislatura della città ritiene, ad esempio, che “una migliore segnaletica sarebbe il minimo che possiamo fare”. Lei sostiene che l’elevato numero di multe non può essere spiegato esclusivamente con la negligenza degli utenti della strada.

Un rappresentante socialista sostiene questa richiesta rivolta al Consiglio comunale e chiede anche una segnaletica digitale più visibile. “Le entrate sono sproporzionate e la situazione non migliora”, secondo lei. L’esecutivo di Zurigo non intende tornare indietro e spera ancora che la misura dispieghi gradualmente i suoi effetti dissuasivi.

Gli autovelox automatici “ben posizionati” fanno spesso notizia nei media svizzeri. L’anno scorso a Basilea un apparecchio ha funzionato 800 volte al giorno e ha generato circa 8 milioni di ricavi. Circa dieci anni fa, sulla strada da Berna a Losanna, un box era ben noto agli automobilisti e da solo rappresentava la metà delle infrazioni a Losanna.

-

PREV Grafico | ottenere comunicazioni
NEXT Inserimento di Daniel Nestor nella Canadian Sports Hall of Fame