Siccità nell’Aude: cos’è questo strumento tecnologico che dovrebbe consentire la carenatura delle barche nonostante la mancanza d’acqua

-

Leucate utilizza un sistema unico in Francia che consente l’utilizzo di acqua riciclata o desalinizzata per il carenaggio delle 1.000 navi del porto. Un’innovazione che è stata presentata lunedì 27 maggio dal sindaco Michel Py e dal presidente della società Relumix Frédéric Dombrowski. Spiegazioni.

Si tratta di una prima novità in Francia che è destinata a svilupparsi nei porti turistici situati in territori colpiti dalla siccità e da restrizioni sull’uso dell’acqua. Il porto di Leucate ha inaugurato questo lunedì 27 maggio una nuova stazione che permette lo carenaggio senza l’utilizzo dell’acqua corrente. In ogni caso, da più di un anno, i successivi decreti prefettizi vietano la pulizia e la manutenzione in circuito aperto delle imbarcazioni sul litorale dell’Aude a causa della situazione di crisi delle risorse.

Leucate è il primo porto ad utilizzare questo processo.
Olivier ha ottenuto – Olivier ha ottenuto

Leggi anche:
Pirenei orientali: reclutamento, carta degli impegni, risanamento dell’acqua di mare… le città portuali si impegnano nella gestione dell’acqua

Grazie a un investimento di 170.000 euro e al sostegno di 36.000 euro del Ministero dell’Ambiente tramite Cerema, questo strumento dovrebbe consentire il rimessa a nuovo delle 1.000 barche parcheggiate nel paese durante tutto l’anno nonostante le restrizioni prefettizie.

Questo sistema è stato progettato in una fabbrica della regione parigina prima di essere acquistato dal porto di Leucate.
Olivier ha ottenuto – Olivier ha ottenuto

Concretamente, questo dispositivo raccoglie le acque reflue del porto per la carenatura nonché l’acqua piovana, le tratta immediatamente tramite filtri tecnologici eliminando idrocarburi e metalli pesanti, per consentirne poi il riutilizzo. In caso di risorse insufficienti, questo sistema prevede un processo di desalinizzazione, utilizzando una tubazione che preleva l’acqua dal porto, per integrare questo impianto. L’insieme forma così un circuito chiuso che consente all’area di carenaggio del porto di Leucate di essere sia autosufficiente in acqua, sia di ridurne lo scarico nel porto.

Michel Py, sindaco di Leucate, e Frédéric Dombrowski, presidente di Rellumix, hanno svelato questo nuovo sistema dedicato alla carenatura
Michel Py, sindaco di Leucate, e Frédéric Dombrowski, presidente di Rellumix, hanno svelato questo nuovo sistema dedicato alla carenatura “ecologica” delle barche.
Olivier ottenuto – Olivier ottenuto

Sistema virtuoso per i diportisti

“Non passa anno senza vedere gli effetti del cambiamento climatico sul nostro territorio. Di fronte a questa constatazione e sapendo che questa situazione continuerà ad evolversi, il comune di Leucate ha deciso di lavorare per un anno e mezzo sui mezzi che ci consentiranno di farlo. risparmiare risorse idriche” dettagliato il sindaco Michel Py. Dopo 18 mesi di riflessione e grazie all’autorizzazione prefettizia, questo strumento è operativo e offre un servizio in più ai diportisti. Ha ricevuto un’accoglienza favorevole da parte degli utilizzatori, in questo periodo così importante per la carenatura nautica, prima dell’arrivo dell’estate, con 4 m3 di acqua utilizzata quotidianamente per questo.

Leggi anche:
Siccità nell’Aude: a Port-Leucate, la carenatura delle barche è compatibile con la mancanza d’acqua

Vietata da decreto prefettizio a causa della siccità, a Leucate è nuovamente autorizzata la carenatura delle imbarcazioni.
Vietata da decreto prefettizio a causa della siccità, a Leucate è nuovamente autorizzata la carenatura delle imbarcazioni.
Olivier ottenuto – Olivier ottenuto

“È un sistema virtuoso” confida Mathias, un navigatore di Bordeaux che ha iniziato a pulire la sua nave nel porto questo lunedì 27 maggio. “L’anno scorso, nello stesso periodo, molte persone non potevano carenare la loro barca, anche se si rivolgevano a un professionista, a causa del decreto siccità. I ​​conducenti dei carrelli elevatori sono rimasti incagliati”. testimonia prima di svelare un altro argomento di responsabilità degli utenti del porto. “Abbiamo potuto osservare i diportisti che pulivano eccessivamente la loro barca e quindi il decreto anti-siccità ha fatto bene a limitarlo. Ora possiamo beneficiare dell’acqua riciclata pur essendo efficienti dal punto di vista ecologico”.

Presidente dell’azienda Relumix, che ha ideato questo apparecchio, Frédéric Dombrowski ha compiuto un viaggio speciale dalla regione parigina, dove ha sede lo stabilimento di produzione, per svelare questo gioiello tecnologico a Leucate. “Questa soluzione garantisce l’autonomia idrica indipendentemente dalle condizioni climatiche, ma rafforza anche l’impegno dei porti nei confronti dell’ambiente”.

-

NEXT La Grosse Journe Recycleries (ex sito di segheria) Moustey