Cherbourg. La polizia ha posto fine al traffico di eroina

Cherbourg. La polizia ha posto fine al traffico di eroina
Cherbourg. La polizia ha posto fine al traffico di eroina
-

Di

Ludovico Ameline

pubblicato su

27 maggio 2024 alle 16:36

Vedi le mie notizie
Segui La Presse de la Manche

Questo è stato presentato a due uomini 27 maggio 2024In comparsa immediatapresso il tribunale giudiziario di Cherbourg-en-Cotentin (Manche) per traffico di droga. Sono stati accusati, tra il 15 aprile 2023 e il 3 aprile 2024, di essere coinvolti nel traffico di droga.eroina all’interno dell’area metropolitana di Cherbourg.

I servizi di Polizia Stradale sono stati informati in febbraio dell’esistenza di traffico in rue Cachin, dietro la chiesa Saint-Clément a Cherbourg.


IL investigatori hanno avviato un sorveglianza fisica e sono state scattate una serie di fotografie.

Parecchi consumatori sono stati identificati e ascoltati. Molto rapidamente, daranno la colpa ai due principali rivenditori, uno Le Havre, 22 anni E un 46enne residente a Cherbourg.

Delle telefoni in ascolto sono stati anche messi in atto. Intercettazioni inequivocabili, il contenuto degli scambi conferma l’esistenza di questo traffico.

I due uomini con armadietti piccoli (1 o 25 voci nel loro armadietto) saranno arrestati il ​​3 aprile dalla polizia di Cherbourg e messi in custodia. prigione.

Video: attualmente su -

Sequestrati 513 grammi

Quando perquisizione dell’appartamento che occupavano, la polizia ha rinvenuto 513 grammi di eroina compreso un panetto 507 grammi e 1.810 euro in contanti nella sala Le Havrais. Probabilmente il risultato della vendita.

Durante la sua udienza, il Cherbourgeois ha ammesso i fatti, indicando che era un consumatore di eroina e la vendeva per conto di Le Havrais.

L’eroina veniva venduta a 15 euro al grammo. A volte si occupava di preparare le valigie in assenza del suo coinquilino che ospitava gentilmente.

In custodia di polizia, Le Havre non riconosce i fatti, dice di essere accomodato e nega apertamente di essere coinvolto in ogni caso di traffico di droga.

Tuttavia, alcuni ascolti dimostrano il contrario, come quello del 24 febbraio, dove è venuta a conoscenza della notizia Le Havre, in viaggio nel Nord. «Chiama l’altro imputato e legge i contatori. Si comporta come un boss che dà direttive, spiega il pubblico ministero. Tutte le conversazioni tra i due uomini riguardano narcotici, vendite…”

Al processo, l’imputato modifica la sua versione. Indica di aver trasportato droga per conto di un leader della rete. Mentre era in custodia di polizia non ha voluto rivelare il suo nome per paura di ritorsioni.

In custodia di polizia verrà interrogato anche un terzo uomo, presente nell’appartamento al momento degli arresti. Ha ammesso di aver preso parte anche lui alla vendita, anche se non sa dire per chi. È stato processato in un’ammissione preliminare di colpevolezza.

Frasi pesanti

Dopo aver deliberato, il tribunale ha condannato Cherbourgeois a una pena di tre anni di carcere compresi due anni di sospensione e l’obbligo di curarsi e di trovare un lavoro.

Le Havrais ha ricevuto una condanna di tre anni di carcere.

Il tribunale ha inoltre revocato una condanna a sei mesi con sospensione della pena datata 18 giugno 2021 per guida senza patente e oltraggio. Gli è stato anche vietato di apparire sul Canale per cinque anni.

“Qual è il tuo problema?” », ha chiesto aggressivamente al presidente prima di lasciarsi sfuggire a marea di insulti e minacciando l’altro imputato.

Segui tutte le notizie dalle tue città e media preferiti iscrivendoti a Mon -.

-

NEXT Il Marocco, amante dei datteri algerini