Diario del pubblico, giorno 1: Tariq Ramadan, la calma della chiamata e le lacrime di Brigitte

Diario del pubblico, giorno 1: Tariq Ramadan, la calma della chiamata e le lacrime di Brigitte
Diario del pubblico, giorno 1: Tariq Ramadan, la calma della chiamata e le lacrime di Brigitte
-

Pubblicato il 27 maggio 2024 alle 12:10 / Modificato il 27 maggio 2024 alle 12:15

Lunedì 27 maggio 2024 si è aperto a Ginevra il processo d’appello contro l’islamologo svizzero Tariq Ramadan, assolto l’anno scorso dalle accuse di stupro e coercizione sessuale. Il tempo aveva seguito i dibattiti e il verdetto di primo grado e sarà ancora lì per questo secondo turno. Trova tutti i nostri articoli e i diari del pubblico.

Non c’è la folla del grande giorno al Tribunale di Ginevra. Evidentemente il processo a Tariq Ramadan non è più in pieno svolgimento. L’euforia mediatica si è calmata, il pubblico è diventato scarso, il comitato di sostegno del querelante si è disperso e la maggior parte dei giornalisti francesi ha evitato questo secondo turno. Sono presenti solo i media svizzeri. Anche la famiglia dell’imputato. Basti dire che ci sono ancora posti liberi in questa piccola sala G3 dove si riunisce la Camera d’appello penale e di revisione per giudicare questo caso molto speciale.

È un po’ come la procedura d’appello, che notoriamente è ancora più arida. La maggior parte di ciò è già stato fatto in prima istanza e i dibattiti stessi in genere riservano poche sorprese, anche se il giudizio può ovviamente cambiare. Bisogna in un certo senso rifare l’esercizio, senza rifarlo veramente completamente, senza ripetere ciò che è già stato detto, cercando il dettaglio che possa completare o fare la differenza.

Interessato a questo articolo?

Per sfruttare al meglio i nostri contenuti, iscriviti! Fino al 31 maggio, approfitta di quasi il 15% di sconto sull’offerta annuale!

VERIFICA LE OFFERTE

Diario-del-pubblico-giorno-1-Tariq-Ramad
Buoni motivi per abbonarsi a Le Temps:
  • Accesso illimitato a tutti i contenuti disponibili sul sito.
  • Accesso illimitato a tutti i contenuti disponibili sull’applicazione mobile
  • Piano di condivisione di 5 articoli al mese
  • Consultazione della versione digitale del quotidiano dalle ore 22.00 del giorno precedente
  • Accesso agli integratori e a T, la rivista Temps, in formato e-paper
  • Accesso ad una serie di vantaggi esclusivi riservati agli abbonati

Sei già abbonato?
Per accedere

-

PREV Vince il SI referendum sul progetto Maria-Goretti
NEXT Ghislain è “l’ultimo sopravvissuto”