due dipinti misteriosamente scomparsi dal Kunsthaus di Zurigo riemergono

due dipinti misteriosamente scomparsi dal Kunsthaus di Zurigo riemergono
due dipinti misteriosamente scomparsi dal Kunsthaus di Zurigo riemergono
-

Due dipinti scomparsi dal Kunsthaus di Zurigo sono riapparsi in circostanze ancora poco chiare, ha annunciato domenica il museo.

Il mistero continua. Due dipinti che erano scomparsi dal Kunsthaus Zurich, un museo con una delle collezioni d’arte più prestigiose di tutta la Svizzera, sono riapparsi in circostanze ancora poco chiare, ha annunciato il museo domenica 26 maggio. Le due opere “sono riemerse in buone condizioni e presto potranno essere nuovamente esposte tra le collezioni”, sottolinea il museo in un comunicato.

All’inizio del 2023 il Kunsthaus aveva perso le tracce dei due dipinti, incorniciati e dietro vetro: un Robert van den Hoecke della metà del XVII secolo raffigurante soldati nel loro accampamento e una natura morta con un vaso di fiori di Dirck de Bray risalente a dal 1673.

I dipinti trovati in buone condizioni

Questi due piccoli formati – prestiti permanenti da parte di collezionisti privati ​​- erano stati smontati contemporaneamente a quasi 700 altre opere per essere puliti e restaurati dai servizi museali, dove nella notte tra le 2 e le 2 era scoppiato un incendio. 3 agosto 2022.

La vicenda ha suscitato scalpore e preoccupazione, soprattutto perché quasi tre quarti della collezione di dipinti e sculture provengono da donazioni di privati ​​o da prestiti permanenti.

“Dopo l’esame dei dipinti da parte del servizio di restauro del Kunsthaus, si è constatato che lo stato dei due dipinti è buono”, sottolinea la struttura.

Il mistero rimane

Il mistero della ricomparsa resta irrisolto, il Kunsthaus precisa che a causa delle indagini di polizia in corso “non è possibile fornire ulteriori informazioni al momento”.

Ann Demeester, direttrice del museo, e Philipp Hildebrand, presidente della società d’arte Kunsthaus di Zurigo, si sono detti “estremamente felici di aver ritrovato questi due preziosi dipinti” e hanno sottolineato che “la gioia del proprietario privato e della sua famiglia è anche molto grande.”

Nessun altro pezzo, tra tutti quelli demoliti dopo l’incendio, mancava dall’attento inventario effettuato. Il museo aveva anche i due dipinti registrati nell’Art Loss Register, il più grande database al mondo di opere d’arte perdute e rubate.

Secondo il sito web del museo, le collezioni del Kunsthaus comprendono quasi 4.000 dipinti e sculture e 95.000 opere grafiche, che vanno dal XIII secolo ai giorni nostri. Sono esposte permanentemente circa 1.000 opere. Il museo ha in particolare una vasta collezione di Edward Munch e Alberto Giacometti.

-

PREV RITRATTO. Elezioni legislative 2024: Sébastien Caugant, candidato “del campo operaio” nella seconda circoscrizione elettorale della Guyana
NEXT Elezioni legislative: otto candidati in corsa nella Brest rurale