Avviso truffa: sull’isola della Riunione circolano messaggi SMS fraudolenti su pacchi non consegnati

Avviso truffa: sull’isola della Riunione circolano messaggi SMS fraudolenti su pacchi non consegnati
Avviso truffa: sull’isola della Riunione circolano messaggi SMS fraudolenti su pacchi non consegnati
-

Le truffe continuano ad aumentare a Reunion. Dopo gli avvisi sui conti Améli, sulle carte vitali o anche sulle banche, circolano SMS fraudolenti relativi a pacchi non consegnati. Molti isolani della Riunione hanno ricevuto messaggi che indicano che il loro pacco non può essere consegnato a causa della mancanza del numero civico.

Annaëlle Dorressamy / Rahabia Issa


Pubblicato il 27 maggio 2024 alle 13:06,
aggiornato il 27 maggio 2024 alle 13:14

Il tuo pacco è arrivato al nostro magazzino locale, ma a causa di un indirizzo di consegna errato o di informazioni incomplete, non è stato ancora consegnato. Il pacco verrà restituito dopo 24 ore”, Questo fa parte del messaggio che diversi isolani della Riunione ricevono sui loro telefoni già da diversi giorni.

Non si tratta di servizi dell’ufficio postale, ma di una truffa.

Guarda il resoconto della Réunion la 1ère:

Avviso truffa: a Reunion circolano messaggi SMS fraudolenti per pacchi non consegnati

Lo smishing è un attacco informatico volto a prendere di mira individui tramite sms o email spacciandosi per organizzazioni ufficiali, come avviene attualmente per le Poste. Secondo l’AFP, ogni giorno nel mondo si verificano tra i 300.000 e i 400.000 attacchi via SMS.

Ormai da diversi anni, il “smishing”contrazione della parola “SMS” E “pisciare” che significa “phishing” in inglese, prende di mira gli isolani della Riunione.

Se la “phishing” tradizionale avviene tramite posta, in caso di “smishing”, le vittime sono spinte a cliccare su un link o a richiamare il proprio contatto per un motivo presentato come urgente, sia per risolvere un incidente di pagamento, sia per confermare la ricezione di un pacco o pagare una multa.

Questa è proprio la trappola, mettere il logo e il nome dell’azienda o del servizio. Non dovresti fare clic sui collegamenti poiché li ricevi tramite SMS o e-mail. Quello che devi fare è andare, ad esempio, sulla piattaforma degli uffici postali, dove hai un identificatore e una password.

Mohamed Chafik, presidente dell’Osservatorio sulla sicurezza informatica dell’Oceano Indiano

Le minacce informatiche non hanno più confini. I dati personali vengono utilizzati in modo improprio e poi rivenduti nel dark web.

Si tratta di organizzazioni molto strutturate (i lanciatori di attacchi informatici), che dispongono di risorse molto avanzate. Hanno anche tecnologie recenti. Lanciano attacchi quasi ovunque sul pianeta, senza necessariamente riuscire a localizzarli. Colpisce sia il pubblico che il privato. Anche le aziende più sicure non vengono risparmiate.

Julien Mauras, direttore di Exo Data

Per sensibilizzare e tutelare i cittadini, il governo condivide le buone pratiche da adottare, in particolare attraverso moduli didattici.

È anche possibile segnalare una truffa online o presentare un reclamo. Per fare ciò, basta andare su piattaforma cyber-malware.


#French

-

PREV Festival della musica 2024: orchestre e DJ Slay Mo a Corbeil-Essonnes (91)
NEXT Il Presidente della Repubblica del Senegal riceve un campione del primo barile di petrolio prodotto e descrive questa estrazione come “un momento storico” – VivAfrik