Hérault: due negozi di alimentari fuorilegge chiusi dal prefetto, di cui uno per sei mesi a Montpellier

Hérault: due negozi di alimentari fuorilegge chiusi dal prefetto, di cui uno per sei mesi a Montpellier
Hérault: due negozi di alimentari fuorilegge chiusi dal prefetto, di cui uno per sei mesi a Montpellier
-

Di

Jean-Marc Aubert

pubblicato su

27 maggio 2024 alle 10:47

Vedi le mie notizie
Segui Metropolitana

IL prefetto dell’Hérault è intransigente nei confronti dei gestori di esercizi aperti al pubblico al di fuori della legge. Così, la settimana scorsa, ha annunciato di aver emanato due decreti chiusura amministrativa con effetti immediati.


HA Montpellieril “Dolce Pizza” situato in rue Édouard VII, nel quartiere Chaptal, è stato chiuso per sei mesi, il periodo più lungo autorizzato dalla legge per detenzione fraudolenta di tabacco per la rivendita in grandi quantità, come dimostrano le operazioni effettuate dai servizi di polizia, con controlli positivi.


HA Bézierssi tratta del negozio di alimentari “Chez Najim” situato in avenue Louis Lachenal, nel quartiere Est, chiuso per un mese per possesso fraudolento di tabacco a scopo di rivendita.

Questi due nuovi decreti sono stati decisi dal prefetto dell’Hérault, François-Xavier Lauchsulla base delle segnalazioni inviate dai servizi di polizia (nazionali e comunali) che hanno effettuato i controlli.

A Montpellier, i bilanci dall’inizio dell’anno di negozi di alimentari diurni e notturni, snack bar, fast food e altri ristoranti, narghilè, parrucchieri e barbieri attestano reati ricorrenti, la maggior parte dei quali comporta una concorrenza sleale nei confronti dei commercianti , con 55 violazioni al decreto comunale nel primo trimestre.

Segui tutte le notizie dalle tue città e media preferiti iscrivendoti a Mon -.


#French

-

PREV Vandea. Impegnato in una gara di pesca, cattura un pesce gatto mostruoso nella Sèvre
NEXT Juripop riceverà 2,4 milioni dal governo per aiutare le vittime di molestie sul lavoro