Sédhiou: dinamiche comunitarie contro povertà e debito: ALSE e i suoi partner iniziano la fase di espansione

Sédhiou: dinamiche comunitarie contro povertà e debito: ALSE e i suoi partner iniziano la fase di espansione
Sédhiou: dinamiche comunitarie contro povertà e debito: ALSE e i suoi partner iniziano la fase di espansione
-

L’associazione per la lotta contro la povertà e il debito (ALSE) ha tenuto la settimana scorsa la sua sessione ordinaria per condividere meccanismi di mobilitazione e organizzazione delle sue reti con l’obiettivo di ampliare le sue basi nelle dinamiche di un’economia sociale e solidale. Questo incontro si è svolto presso la loro sede a Madina Wandifa e le varie parti interessate hanno concordato di ampliare gli esperimenti pilota per rendere le loro reti nicchie che generano reddito sicuro e sostenibile. Il tema generico di quest’anno è “la zucca come leva per lo sviluppo”.

È tutto il simbolismo di una zucca di solidarietà che ruota tra i membri dell’associazione per la lotta contro la saldatura e il debito (ALSE) la cui sede è a Madina Wandifa, nel dipartimento di Bounkiling. È membro della rete federale Kambeng Kafoo, un’unità mandinka con l’obiettivo di promuovere un’economia sociale e solidale. Questo è il significato di una giornata di condivisione organizzata a Madina Wandifa con l’obiettivo di una solida appropriazione di questo concetto di zucca della solidarietà.

La signora Seck Fatou Guèye, responsabile della formazione per le azioni quaresimali svizzere in Senegal e rappresentante del partner, dichiara che “l’emancipazione delle donne richiede azioni di solidarietà attorno alla zucca della solidarietà. Si tratta infatti di uno strumento finanziario che rappresenta un punto importante dell’economia sociale e solidale. Si tratta quindi di un’economia locale prodotta da donne dello stesso villaggio, dello stesso quartiere e della stessa città che stipulano accordi anonimi per aiutarsi a vicenda in modo molto specifico per l’azione quaresimale svizzera in Senegal”, afferma.

La zucca che porta la felicità alle donne

Grazie alla sua capacità di mobilitare risorse finanziarie legate alla formazione in un’ottica di empowerment sostenibile, l’associazione che lotta contro la povertà e il debito può esprimere il suo orgoglio per una rete in rapida espansione. “Copriamo le comunità di Sédhiou e Kolda, in particolare attraverso i dipartimenti di Sédhiou, Bounkiling e Kolda, con 2.959 membri di cui 438 uomini. I contributi volontari anonimi sono circa 33 milioni, i prestiti di solidarietà circa 15 milioni, la sanità circa 11 milioni, il cibo circa 4 milioni e anche l’istruzione», nota Aliou Baldé, responsabile del programma dell’ALSE.

E da specificare che “in ogni comune esiste una rete e tutte le reti sono supervisionate da cooperative. Così ALSE sostiene queste donne nel loro empowerment con la formazione, la trasformazione di frutta e verdura e di cereali. E il tema di quest’anno è la zucca come leva per lo sviluppo”.

E la signora Diarra Dème, presidente dell’ALSE di Saré Bidji nella regione di Kolda, sottolinea l’impatto del loro empowerment multisettoriale: “questo meccanismo di funzionamento della comunità è molto importante per noi donne. Sia nel campo dell’istruzione che in quello della sanità con la massima tempestività nel prendersi cura dei bisogni espressi e nel massimo anonimato”, indica.

Verso nuovi orizzonti per un’economia sociale e solidale

L’esperienza sta crescendo e guadagnando terreno con l’ambizione di generare maggiori entrate per i membri dell’associazione e per le comunità in generale. “Intendiamo espandere queste azioni in tutta la regione naturale della Casamance. Inoltre, abbiamo un altro partner che ha sede a Ziguinchor per poter raggiungere quante più persone possibile”, spiega la signora Seck Fatou Guèye, responsabile della formazione per le azioni quaresimali svizzere in Senegal e rappresentante del partner.

Certamente, l’esperienza locale dell’associazione di lotta alla povertà e al debito ALSE si vende bene e ispira molte altre organizzazioni locali a bandire la povertà e la precarietà nelle famiglie in un contesto di aridità economica caratterizzato dall’alto costo della vita e dall’orizzonte ancora lontano del mondo. desiderata resilienza agricola.

Moussa DRAMMA

-

NEXT Elezioni legislative 2024: i nomi dei sei candidati nella terza circoscrizione del Tarn