A cosa serve l’Europa? Ecco alcuni esempi di realizzazioni europee a Puy-de-Dôme

-

Distante, nebuloso, misterioso. L’Europa ha qualcosa di “cosa” galliana nella mente delle persone. Ma l’Europa è concreta. Molto. Tutto intorno a noi vengono visualizzati i suoi contributi. Forse l’Europa è solo una cosa tranquilla.

In Alvernia-Rodano-Alpi, l’Europa ha investito 880 milioni di euro (esclusa l’agricoltura) nel corso del suo ultimo mandato. Il che la rende la regione leader per consumo di fondi europei.

Per molti progetti, la dotazione europea è quella che permette di completare i budget. Meno evidente di quello delle istituzioni locali, si presenta come una manna dal cielo.

Ecco alcuni esempi di progetti cofinanziati dall’Europa nel dipartimento del Puy-de-Dôme.

Mobilità

A Clermont-Ferrand, la bicicletta deve molto all’Europa. Il 60% del costo di sviluppo del piano ciclistico è stato sostenuto da Bruxelles. Lo sviluppo delle biciclette self-service è sostenuto con 840.000 euro.

Anche i veicoli elettrici della SMTC e le relative stazioni di ricarica sono stati in gran parte finanziati dall’Europa.
Sviluppo della Greenway lungo il fiume Allier.
Riabilitazione del ponte Cournon-d’Auvergne e sua apertura alla mobilità dolce.

Ambiente

Riqualificazione termica degli edifici del quartiere Saint-Jacques, a Les Cézeaux, del ginnasio Anatole-France e della scuola Alphone-Daudet a Clermont-Ferrand. Il gruppo scolastico di Mur-sur-Allier e Aydat, del collegio Saint-Germain-l’Herm.
Nella regione dovranno essere installate venti stazioni di idrogeno, di cui due nel dipartimento. L’UE finanzia 10 dei 70 milioni di euro del progetto.
L’ormai emblematica Panoramique des Dômes ha ricevuto 12 milioni di euro dalla sua madrina europea per la sua nascita.

Lago Pavin.

Il comune di Besse e Saint-Anastaise è riuscito ad acquisire 35 ettari per preservare la diversità e la qualità ecologica dell’ENS du Lac Pavin et Creux de Soucy, grazie a 182.400 euro di fondi europei.
Sviluppo dei siti dei puys Côme e Pariou.

Salute

Più di due milioni di euro a La Bourboule per la ristrutturazione delle terme e la creazione di un centro sanitario multidisciplinare.
A Pontgibaud l’intercomunale ha potuto installare un’unità di radiologia all’interno del suo centro sanitario.

“Marine Le Pen ha paura dei dibattiti”: per rilanciare la campagna europea, Gabriel Attal attacca il RN

Cultura

Come non perdersi il festival Europavox di Clermont che si affida al suo partner europeo per due milioni di euro. Anche il festival del cortometraggio.

Gioventù

I licei Pierre-Boulanger di Pont-du-Château, François-Rabelais di Brassac-les-Mines e Marie-Laurencin di Riom, così come il collegio La Charme di Clermont, sono tutti coinvolti in progetti Erasmus+ che permettono agli studenti di andare per uno stage in Europa.
Il liceo HSC Deville di Issoire è una “scuola ambasciatrice del Parlamento europeo” dal 2022.
I 7.000 bambini che mangiano ogni giorno nelle mense scolastiche di Clermont-Ferrand beneficiano di prodotti biologici, grazie ad un sostegno finanziario dell’UE.
Le classi di Clermont, Cournon, Cendre, Saint-Genès-Champanelle, Thiers, Ambert, Issoire, Champeix e Romagnat hanno potuto dotarsi di lavagne e tablet digitali, PC, lavagne interattive o videoproiettori, grazie ai fondi europei.

Simone Antonio

-

NEXT La Grosse Journe Recycleries (ex sito di segheria) Moustey