il Fraternibus, luogo di ascolto mobile, va incontro ai residenti

il Fraternibus, luogo di ascolto mobile, va incontro ai residenti
il Fraternibus, luogo di ascolto mobile, va incontro ai residenti
-

I volontari del Secours Catholique vanno ad incontrare i residenti a bordo del “Fraternibus”, un centro di ascolto mobile. Ultimo esempio nella Piccardia Verde, in collaborazione con il Centro Sociale di Marsiglia-en-Beauvaisis.

Questo mercoledì pomeriggio, il Fraternibus è parcheggiato in rue du Château, vicino al parco giochi e allo stadio cittadino.

Sulla carrozzeria si legge “In cammino verso un mondo più giusto e fraterno”.

Accesso ai diritti, convivialità e mutuo aiuto sono le parole d’ordine dei volontari che attraversano le campagne a bordo di questo minibus, punto di ascolto mobile del Secours catholique.

In un quartiere di Marsiglia di mattina

Questa volta, i membri dell’associazione e del Centro Sociale Rurale di Marsiglia-en-Beauvaisis hanno scelto di riunirsi per accogliere le famiglie in questo sito, dopo aver trascorso la mattinata nel complesso residenziale di rue Marceau-Grégoire, alcune centinaia di metri di distanza.

“Si tratta di una prima esperienza congiunta ma l’azione è pianificata da tempo” spiega Suzanne Courouble.

Il rappresentante del Secours catholique occasionalmente beneficia di questo Fraternibus dove tutti possono venire a parlare.

Questo mercoledì, con l’aiuto del bel tempo, l’azione si svolge all’aperto: “Questa mattina abbiamo visto 39 persone di cui 10 adulti. Tutti hanno messo nero su bianco i propri desideri per migliorare il quartiere, per vivere meglio insieme. È nata l’idea di un angolo calcio per bambini e di un angolo giochi per i più piccoli, così come quella di sviluppare la festa dei vicini”.

Caccia al tesoro nei pressi del Fraternibus

Nel pomeriggio l’incontro si è concentrato maggiormente sui bambini con una caccia al tesoro basata su domande sulla città di Marsiglia-en-Beauvaisis.

Il giorno successivo il Fraternibus ripartì per Songeons con uno schema classico: “Accoglieremo gli anziani a bordo del Fraternibus. Il nostro desiderio è spezzare la solitudine, andare incontro alle persone” ricorda Suzanne Courouble.

LEGGI ANCHE:

Oise: questa squadra del Secours catholique ha ora dei locali dove accoglierla

-

PREV A14: dal 19 giugno cambia tutto ai caselli autostradali
NEXT dopo un furto, questo villaggio della Manica è privo di internet e di telefono fisso