Drone Expertise Lozère: l’imaging all’avanguardia mette in campo la sua pluralità di competenze

Drone Expertise Lozère: l’imaging all’avanguardia mette in campo la sua pluralità di competenze
Drone Expertise Lozère: l’imaging all’avanguardia mette in campo la sua pluralità di competenze
-

Florian Delhal, esperto di pilotaggio remoto di droni, offre un servizio unico nella Lozère.

Il loro potenziale è immenso e le loro applicazioni quasi illimitate. Da diversi anni i droni parlano di progresso con le loro promesse di precisione, discrezione e versatilità. Un richiamo irresistibile per Florian Delhal, la mente curiosa di Nature Sens’Ible, società audiovisiva con sede a Montrodat: “Nel 2019 ho intrapreso un corso di pilotaggio di droni certificato dalla Direzione Generale dell’Aviazione Civile. È simile a quello dei piloti di aviazione ed è validato da un diploma nazionale ed europeo che mi permette di effettuare voli in tutta Europa. Ho iniziato offrendo un percorso un po’ sensazionale servizio fotografico per comunicazioni comunitarie e aziendali. Ma mi mancava il lato scientifico. Nel 2022 ho ampliato le mie competenze diventando esperto di pilota remoto, formatosi in termografia e fotogrammetria.

Drone da interni

Esperto nell’esercizio di queste due specialità, così come nella cartografia e nelle rigidissime norme che regolano l’uso del cielo, Florian ha creato Drone Expertise Lozère, una società di acquisizione di immagini e dati, diagnosi e consulenza nei settori più diversi l’agricoltura, l’industria, l’ambiente e perfino il settore immobiliare. Eccolo oggi a capo di una piccola flotta tecnologica all’avanguardia, dagli utilizzi entusiasmanti.

“Uno dei miei droni è dotato di una termocamera. Grazie alla termografia potrò, ad esempio, ispezionare la struttura di un edificio, evidenziare difetti, reti di calore, vedere se ci sono perdite.” Particolarmente interessante la possibilità di prendere in mano il drone per un’ispezione termica interna: “È molto utile quando si vogliono fare dei lavori, conoscere le diverse parti termiche di una casa, rinforzare i punti di perdita, isolare le zone dei ponti termici. Posso lavorare per i privati, ma anche per le assicurazioni, per la giustizia…”

L’agricoltura di domani?

Altro pezzo forte della scuderia di Florian Delhal, il drone multispettrale, pensato in particolare per l’agricoltura e il monitoraggio ambientale. Con una precisione quasi chirurgica di 1 cm/pixel, consente una mappatura dei grafici molto precisa. Dotato di intelligenza artificiale, il dispositivo effettua letture in tempo reale e fornisce immagini di tipo NDVI, per l’indice di vegetazione a differenza normalizzata. In parole povere, determina la salute della vegetazione misurando il contenuto di clorofilla delle piante. “Ciò consentirà di evidenziare stress idrici, malattie, lo stato di salute del terreno, di una vite, di un frutteto, lo stato di maturità dei frutti…”

Calcoli volumetrici

Il Matrice 350RTK, un altro drone, può evidenziare alcune specie di foresta o mappare con precisione le elevazioni del terreno se dotato di LiDAR, una tecnologia basata su impulsi laser.

Sebbene le sue applicazioni in agricoltura siano entusiasmanti, il Matrice 350 RTK è prezioso anche in molti altri settori. Dotato di due antenne che gli permettono di connettersi a diversi satelliti, è in grado di misurare con precisione il volume di una cava, di un edificio o di ispezionare guasti che potrebbero trovarsi, ad esempio, a livello di una diga o di un viadotto, quando l’intervento umano si rivela troppo pericoloso. “Possiamo anche aggiungere una barra irroratrice per pulire facciate, tetti, pannelli solari…”

Come avremo capito, il campo di applicazione di questi droni è vasto ed i servizi di Florian Delhal necessitano solo di essere estesi in base alle esigenze dei suoi clienti. Una tecnologia dell’immaginazione dove tutto resta da inventare. Esilarante!

www.drone-expertise-lozere.fr ou06 63 11 45 00.

-

PREV Ciò che resta della saga di 45, avenue Sainte-Geneviève
NEXT Rémi Lesca, acerrimo finalista della Coupe des Landes con ESMS: “Stiamo lottando contro qualcosa di impossibile”