“Sono bloccato per X tempo”, un tratto del Canal des deux mers interdetto al traffico marittimo

“Sono bloccato per X tempo”, un tratto del Canal des deux mers interdetto al traffico marittimo
“Sono bloccato per X tempo”, un tratto del Canal des deux mers interdetto al traffico marittimo
-

Un albero è caduto sul ponte di Tersac, a Meilhan-sur-Garonne, il 22 febbraio durante il passaggio della tempesta Louis. Risultato, impossibile passarci sotto, troppo pericoloso. In un tratto del canale è stata interdetta la circolazione delle barche. Alcuni diportisti sono rimasti bloccati.

Questo diportista è bloccato da diversi giorni nella fermata nautica di Villeton nel Lot-et-Garonne. Impossibile per questa chiatta raggiungere il suo porto di origine a Fontet, a 30 km di distanza. Il ponte Tersac rischia di crollare sul Canal des Deux Mers. “Sono bloccato per X periodo di tempo”, spiega Christophe Demaules. “Ed è un po’ imbarazzante dal punto di vista finanziario, poiché devo pagare di nuovo l’acqua, devo pagare anche l’elettricità che già pago al centro nautico“.

CARTA GEOGRAFICA. Meilhan-sur-Garonne

L’edificio è in pericolo dal 22 febbraio. Durante un temporale vi cadde sopra un platano. È vietato transitare o transitare sotto di esso. Secondo gli esperti sarebbe irreparabile. Il suo proprietario, Val de Garonne Agglomération, vuole decostruirlo. “In termini di costi, anche in termini di sicurezza, (la soluzione, ndr) è portare sotto una zolla di terra.” spiega Jacques Bilirit, presidente di Val de Garonne Agglomération. E poi sosterremo il ponte per decostruirlo in sicurezza“.

Il leggendario Canal des Deux Mers collega l’Atlantico al Mediterraneo. Per questo professionista che noleggia barche al Mas d’Agenais, il divieto di navigazione tra le chiuse 46 e 47 non ha conseguenze. “È un peccato che lì il ponte fosse rotto, perché con i platani è altrettanto bello.” disse Jamy Petit, “ma la maggior parte della navigazione avviene nella direzione opposta“.

>>

Il budget per smontare e ricostruire il ponte ammonterebbe a due milioni di euro.

©FTV

Oggi vuoto, questo tratto del canale accoglie generalmente una trentina di barche al giorno a maggio. Tutti pagano una licenza per viaggiare lì. “Verranno adottate alcune misure, in particolare per i diportisti che hanno acquistato bollini per poter navigare e che sarebbero danneggiati da questa chiusura. rassicura Michel Lapouyalère, capo del servizio territoriale della Garonna presso la Voie Navigable de France.

È in corso la perizia su questo ponte di 90 anni. Il costo dei lavori per demolirlo e poi ricostruirlo ammonterebbe a due milioni di euro.


#French

-

PREV Giro del Belgio – Vincitore di 2 tappe, Merlier ora vuole arrivare “più fresco possibile” a Zottegem
NEXT LEGISLATIVA 2024 Scopri tutti i candidati per circoscrizione elettorale del Gard