Per la prima volta in Svizzera rallentano le vendite di veicoli elettrici – rts.ch

Per la prima volta in Svizzera rallentano le vendite di veicoli elettrici – rts.ch
Per la prima volta in Svizzera rallentano le vendite di veicoli elettrici – rts.ch
-

Si tratta di una situazione senza precedenti: dopo anni di crescita costante, le nuove immatricolazioni di auto elettriche in Svizzera sono stagnanti. I veicoli a batteria faticano ad attirare nuovi clienti.

Le auto elettriche dovevano essere il futuro della mobilità motorizzata individuale e parte della soluzione per ridurre le emissioni di CO2. È chiaro che dopo il boom degli ultimi cinque anni, le vendite stanno rallentando.

In Svizzera, dall’inizio dell’anno, e per la prima volta, il numero di nuovi veicoli elettrici venduti non aumenta più. Sta ristagnando allo stesso livello dell’anno scorso nello stesso periodo.

Contenuto esterno

Questo contenuto esterno non può essere visualizzato perché potrebbe raccogliere dati personali. Per visualizzare questo contenuto è necessario autorizzare la categoria Infografica.

Accettare Maggiori informazioni

Nel settore della mobilità motorizzata individuale, la trasmissione elettrica ha fatto un ingresso sensazionale. Nel 2018 i veicoli completamente elettrici rappresentavano meno del 2% delle nuove immatricolazioni in Svizzera. Nel 2023 la loro quota è salita a oltre il 20%.

Contenuto esterno

Questo contenuto esterno non può essere visualizzato perché potrebbe raccogliere dati personali. Per visualizzare questo contenuto è necessario autorizzare la categoria Infografica.

Accettare Maggiori informazioni

Rallentamento delle vendite

Per gli importatori svizzeri il motivo di questo rallentamento è semplice. “Gli appassionati di elettromobilità hanno acquistato un’auto elettrica, ma ora si tratta di raggiungere il grande pubblico”, spiega Peter Grünenfelder, presidente di auto-suisse, l’ombrello svizzero degli importatori, alla RTS delle 19:30.

>> Le spiegazioni di Charlotte Onfroy-Barrier nel telefilm delle 19:30

La giornalista Charlotte Onfroy-Barrier analizza il rallentamento delle vendite di auto elettriche in Europa / 19:30 / 1 min. / oggi alle 19:30

Convincere questa nuova clientela sarà una sfida. Secondo l’Agenzia, tra il 2022 e il 2023 il desiderio di acquistare un’auto elettrica è leggermente diminuito barometro Barometro della mobilità elettrica TCS. Per la lobby dell’auto spetta ai poteri politici creare le condizioni per consentire lo sviluppo della mobilità elettrica.

Isolamento elettrico

Ma nonostante i rapidi progressi, le auto elettriche soffrono ancora di insidie: l’autonomia non sempre è all’altezza delle aspettative, i sistemi di ricarica non sono unificati e sono insufficienti. Per quanto riguarda il prezzo d’acquisto, rimane più alto rispetto alle auto tradizionali.

Voler passare da una monocultura del petrolio a una monocultura delle batterie o dell’elettricità non è una buona cosa

Jérôme Marchon, giornalista specializzato in automobili

Il giornalista specializzato in automobili Jérôme Marchon ritiene alle 19:30 che le autorità pubbliche abbiano voluto imporre il cambiamento troppo rapidamente. “Voler passare da una monocoltura petrolifera a una monocultura basata su batterie o elettricità non è una buona cosa”. Ricorda che tra petrolio ed elettricità “ci sono altri modi per far avanzare le automobili”.

Resta il fatto che con questo rallentamento delle nuove immatricolazioni elettriche, gli obiettivi volti a vietare la vendita di veicoli termici nei prossimi anni sembrano complicati da raggiungere.

Il cambiamento sarà forse più dolce e potrebbe coinvolgere i motori ibridi. Questi ultimi continuano a guadagnare terreno e sono diventati la tipologia di motore leader nel 2023.

>>Leggi anche: Gli ambasciatori presso l’UE concordano sulla fine dei motori termici nel 2035

Soggetto televisivo: Léandre Duggan e Valentin Tombez

Adattamento web: sì

-

PREV Alta Garonna. I suoi fratelli la rapiscono e le radono i capelli perché spaccia droga
NEXT La Grosse Journe Recycleries (ex sito di segheria) Moustey