OVH lancia il suo cloud a Zurigo prima di Losanna l’anno prossimo

-

Il cloud provider francese OVHcloud sta espandendo la sua rete di siti in tutto il mondo. Attraverso le “Zone Locali” il fornitore intende affermarsi in mercati finora privi di presenza locale. Come già annunciato a marzo, una di queste zone riguarda la Svizzera, più precisamente Zurigo. Il fornitore ha approfittato del lancio ufficiale della zona per condividere alcune informazioni.

Falk Weinreich, Direttore Generale, OVHcloud durante la presentazione della Zona Locale Zurigo. (Fonte: Netzmedien)

Falk Weinreich, Direttore Generale Europa Centrale, spiega che OVHcloud conta già più di 150 clienti aziendali in Svizzera, ma senza una presenza fisica. Aggiunge che, grazie alle sue radici francesi, l’azienda conosce già bene il mercato della Svizzera romanda e vuole continuare a crescere. Secondo quanto riferito, anche i potenziali clienti hanno mostrato interesse. “L’apertura della Local Zone a Zurigo è un passo importante per la strategia di crescita di OVHcloud nel mercato svizzero, che per noi è essenziale”, continua.

Più veloce, più sicuro ed economico grazie alla presenza locale

La tecnologia alla base di Local Zones proviene da Gridscale, uno specialista di edge computing con sede a Colonia acquisito da OVH nel 2023. La tecnologia di virtualizzazione di Gridscale consente a OVH di implementare funzionalità cloud in poche settimane per servire nuovi siti.

Le zone locali richiedono solo un’infrastruttura gestita con hosting efficace in data center in colocation. In Svizzera, OVH punta sui data center di Digital Realty (ex Interxion) a Glattbrugg.

Henrik Hasenkamp, ​​CEO di Gridscale. (Fonte: Netzmedien)

Henrik Hasenkamp, ​​CEO di Gridscale, spiega che si tratta di una risposta alla necessità delle aziende svizzere di servizi cloud locali. Questo è anche quanto emerge da uno studio realizzato da Gridscale per conto di OVH. “Il 53% degli intervistati riconosce la crescente necessità di implementazione locale dell’infrastruttura IT”, aggiunge.

I principali motivi indicati per utilizzare l’infrastruttura IT in Svizzera sono il miglioramento delle prestazioni grazie alla minore latenza delle applicazioni operative (39%), il desiderio di avere un maggiore controllo sui propri dati (36%) nonché i costi inferiori per la trasmissione dei dati (32% ).

È proprio a queste esigenze che vogliamo rispondere, ha affermato Hasenkamp: “Con la nuova Local Zone di Zurigo, offriamo alle aziende in Svizzera l’opportunità di utilizzare i servizi cloud pubblici di OVHcloud in modo altamente flessibile, mantenendo la sovranità dei dati e con un buon rapporto costi-benefici. .”

Zurigo non deve rimanere l’unica zona locale OVH in Svizzera. Nel 2025 dovrebbe essere aggiunta una sede a Losanna. Entro la fine del 2026, dovrebbero essere creati 150 siti di zona locale in tutto il mondo.

-

NEXT La Grosse Journe Recycleries (ex sito di segheria) Moustey