Le Europee del 2024 viste dai candidati della Mosella

Le Europee del 2024 viste dai candidati della Mosella
Le Europee del 2024 viste dai candidati della Mosella
-

Tra poco meno di un mese si dovrà votare per le elezioni europee. Nelle liste sono iscritti diversi mosellani.

Il 9 giugno si terranno le elezioni europee del 2024, durante le quali verranno eletti 720 deputati provenienti da 27 paesi europei. Tra questi, 81 saranno francesi. Sono state rese pubbliche le liste con 81 candidati per ogni partito o gruppo di partiti che otterranno un seggio proporzionale non appena otterranno più del 5% dei voti.

In totale sono state convalidate 37 liste per la Francia e Moselle TV ha parlato con i candidati mosellani della maggior parte dei partiti politici in corsa. Dall’estrema sinistra all’estrema destra passando per il centro, pirati o ambientalisti, scopri in 3 domande l’impegno di questi candidati in un’elezione che soffre ancora del disinteresse di molti elettori.

Charlotte Picard (PS/Place Publique)

Consigliera comunale dell’opposizione a Metz e membro della direzione nazionale del PS, Charlotte Picard è al 56° posto nella lista “Risvegliare l’Europa” dei socialisti e di Place Publique, dietro Raphaël Glucksmann.

Nathalie Colin-Oesterlé (LR/NC)

Unico deputato europeo uscente della Mosella, il consigliere comunale LC di Metz, “NCO” è all’8° posto nella lista di destra dei repubblicani e centristi “Il diritto di far sentire la voce della Francia in Europa”, dove figura anche il Nancy Nadine Morano. Il capolista è François-Xavier Bellamy.

Fatiha Mellah (PCF/FGR)

Lavoratrice transfrontaliera, segretaria aggiunta del sindacato lussemburghese OGBL, sezione Thionville-Metz, Fatiha Mellah è al 34° posto della lista “Sinistra unita per il mondo del lavoro” dietro Léon Deffontaines, che riunisce le forze della sinistra radicale: francese Partito Comunista e federazione della sinistra repubblicana.

Gilles Neffati (Ecologia al Centro)

Assistente sociale e consulente, Gilles Neffati, candidato alle ultime elezioni senatoriali nella Marna, è al 9° posto della lista Ecologia centrista ed eurofila del Centro Jean-Marc Governatori. La lista riunisce diversi partiti politici ecologisti tra cui Egalité Europe Ecologie, di cui Neffati è portavoce e corrispondente in Mosella.

Jérémie Roques (Ecologi/EELV)

Presidente del Gruppo Unito di Metz e consigliere comunale dell’opposizione, Jérémie Roques è al 52° posto nella lista Europa Ecologia – EELV di Marie Toussaint. Da notare che nella lista degli ambientalisti figura anche Manon Pellicori, in opposizione a Thionville.

Caroline Zorn (Festa dei pirati)

Caroline Zorn sarà a capo della lista del Partito Pirata per queste elezioni. Consigliere comunale di Strasburgo e consigliere metropolitano dell’Eurometropolis, questo originario della Mosella difenderà un partito libertario onnicomprensivo ed ecologista ben radicato nei paesi nordici ma meno conosciuto in Francia.

Virginio Cestaro (LFI)

Studente di giurisprudenza a Metz, originario di Fensch dove è attivista, Virginio Cestaro è al 38° posto nella lista di estrema sinistra “La France insoumise – Unione Popolare” che riunisce LFI e altri partiti antiliberali e antiglobalizzazione dietro Manon Aubry.

Alexandre Folmer (RE/MoDem/Horizons)

Consigliere comunale di Jouy-aux-Arches, Alexandre Folmer è al 72° posto nella lista della maggioranza presidenziale “Bisogno d’Europa”, sotto l’etichetta Renaissance. Il gruppo riunisce i partiti centrali RE, MoDem, Orizzonti, Partito Radicale, ma anche i partiti UDI dietro Valérie Hayer.

Frederic Weber (RN)

Infermiere, ex delegato sindacale FO presso ArcelorMittal Florange, Frédéric Weber ha restituito tutti i suoi mandati sindacali nel 2023 per unirsi alla lista di estrema destra RN “La Francia sta tornando!” » di Jordan Bardella al 43° posto.

Simon Giessinger (UPR)

Infermiere e già candidato in lista nel 2019, delegato dipartimentale e poi regionale, Simon Giessinger si candida al 53esimo posto della lista Union Populaire Républicaine di François Asselineau, di orientamento sovranista, e militante in particolare per l’uscita della Francia dall’Unione Europea Unione.

-

PREV Spazio alla prossima generazione artistica
NEXT Pesi falsi e consumatori truffati