uno zaffiro venduto per 4,5 milioni di euro a Joué-lès-Tours

-

Questa è sicuramente l’asta di gioiello più bella tenutasi nella provincia da moltissimo tempo. Lo zaffiro “The Blue Star” da 23,5 carati messo all’asta dal banditore Hugo Bensaïah, presso la casa d’aste Giraudeau di Joué-lès-Tours, giovedì 23 maggio 2024, è stato venduto per 3.650.000 euro, ovvero 4.526.000 euro per l’acquirente con commissioni d’asta (24 % IVA inclusa).

Lo zaffiro “The Blue Star” di 23,5 carati, proveniente dal Kashmir, di eccezionale purezza, misura 2 cm per 1,5 cm sui lati.
© Foto H. Bensaiah.

Ordini telefonici a 100.000 euro ad asta

Il fortunato acquirente, che ha effettuato l’ordine direttamente per telefono (in francese), è rimasto anonimo. La vendita della pietra preziosa incastonata su un anello di platino ornato da due diamanti è durata meno di un quarto d’ora. Con un prezzo di partenza di 500.000 euro, lo zaffiro di 2 cm per 1,5 cm di lato, di qualità eccezionale, ha scatenato rapidamente le passioni. Erano interessati una decina di potenziali acquirenti, tutti parlati telefonicamente. In un’atmosfera elettrizzante, le aste continuavano a salire, suscitando applausi per ogni milione raggiunto.

In una dozzina di minuti l’asta ha raggiunto la vertiginosa cifra di 3.650.000 euro.
© Foto NR, Pascal Landré

Un evento per la casa d’aste Giraudeau

Negli ultimi cinque minuti, due offerenti hanno gareggiato per aggiudicarsi il gioiello a 100.000 euro per ogni offerta aggiuntiva. Uno di loro alla fine si arrese per 3.650.000 euro.

A 3,4 milioni, intuendo arrivare il fatidico colpo di martello, Hugo Bensaïah portò sul podio trent’anni fa il suo socio Bertrand Jabot, fondatore della casa d’aste Giraudeau. Un collega e mentore chiaramente molto commosso, dato che la sala d’aste Giraudeau non è abituata alle aste milionarie. Ancor meno quintupli milionari!

Un momento per il giovane banditore Hugo Bensaïah e il fondatore della casa d'aste Giraudeau, Me Bertrand Jabot.

Un momento per il giovane banditore Hugo Bensaïah e il fondatore della casa d’aste Giraudeau, Me Bertrand Jabot.
© Foto NR, Pascal Landré

Questo eccezionale zaffiro è stato scoperto durante la valutazione di un portagioie

All’origine di questa vendita eccezionale nella Val de Loire, c’è stata innanzitutto la valutazione di una casa troglodita nell’Indre-et-Loire, due anni fa, proseguita con lo stesso proprietario attraverso la perizia di un portagioie, in un appartamento parigino . Dopo aver scoperto questo zaffiro di dimensioni straordinarie, il banditore Hugo Bensaïah ha immediatamente inviato una foto del gioiello a sua moglie, gemmologa, che gli ha confermato che si trattava di un pezzo eccezionale. “Mi sono affrettato ad assicurarla e l’ho messa subito in una cassaforte di banca; scoprire una gemma del genere accade solo una volta nella vita di un banditore,” Ce lo ha confidato il maestro Bensaïah prima della vendita. Da allora il gioiello non è più uscito dalla sua cassaforte e non è stato presentato durante la vendita, per ragioni di sicurezza.

Un’altra grande asta questo fine settimana allo Château d’Artigny a Montbazon

In sala, un altro noto banditore di Tours, Aymeric Rouillac – più esperto di aste milionarie – ha seguito la vendita con particolare attenzione. Con suo padre Philippe Rouillac, si prepara, come ogni anno, a ospitare la grande asta della Maison Rouillac al Castello d’Artigny, a Montbazon, domenica 26 maggio. Anche in questo caso, qualche “pepita” potrebbe creare un evento e consolidare così la Touraine nel suo status di terra di aste milionarie.

-

NEXT Il Belgio batte un record di pioggia questa primavera