Gli editori svizzeri vogliono rafforzare la comprensione dei media

Gli editori svizzeri vogliono rafforzare la comprensione dei media
Gli editori svizzeri vogliono rafforzare la comprensione dei media
-

Le squadre sportive nazionali svizzere possono utilizzare sulle loro maglie la croce svizzera o la bandiera svizzera (croce bianca in campo rosso), ma non lo stemma svizzero. Sotto forma di scudo, questi devono rimanere riservati alla Confederazione.

Due mozioni simili presentate in entrambe le Camere, dal deputato Matthias Aebischer (PS/BE) e dal senatore Damian Müller (PLR/LU), chiedono che le squadre nazionali possano utilizzare legalmente lo stemma svizzero. Dal 2017 e dall’entrata in vigore del progetto «Swissness», le condizioni sono diventate più rigorose.

In linea di principio solo l’Amministrazione federale è autorizzata a utilizzare questi stemmi. Se utilizzati in buona fede, sono consentite eccezioni, ad esempio per Victorinox o TCS. Il Consiglio federale deve concedere un’autorizzazione eccezionale.

Hockey su ghiaccio

Lo stemma svizzero è apparso sulle maglie delle squadre nazionali di hockey su ghiaccio femminile e maschile e sulle squadre di tutti i livelli della generazione successiva. Tuttavia, nel 2018, l’Istituto Federale della Proprietà Intellettuale (IPI) ha informato la federazione di hockey su ghiaccio che l’uso dello stemma svizzero da parte della squadra nazionale era abusivo, deplorano i traslocatori.

Diversi servizi avevano tuttavia assicurato oralmente alla federazione che avrebbe ottenuto la necessaria autorizzazione eccezionale. Tuttavia, questo non è mai stato rilasciato. Lo scorso dicembre l’IPI ha presentato una denuncia contro la federazione svizzera di hockey su ghiaccio per uso improprio dello stemma svizzero, scrivono gli autori delle mozioni.

Né il Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) né l’IPI hanno “presentato una denuncia” contro la federazione svizzera di hockey davanti al Tribunale amministrativo federale, ribatte il Consiglio federale nella sua risposta pubblicata giovedì. L’IPI ha semplicemente constatato che le condizioni per la concessione del diritto di continuazione non erano soddisfatte. La federazione ha poi impugnato questa decisione davanti al Tribunale amministrativo federale. La procedura è ancora in corso.

Il governo ricorda che, in alcuni casi, era possibile, fino alla fine del 2018, chiedere al DFJP di continuare a utilizzare lo stemma. Per fare ciò era necessario che quest’ultimo fosse stato utilizzato ininterrottamente e incontrastato per almeno 30 anni e che vi fosse un interesse meritevole di tutela alla continuazione dell’utilizzo.

Emblemi delle autorità pubbliche

Il Consiglio federale insiste ancora sul fatto che la croce svizzera e la bandiera svizzera possono essere utilizzate da chiunque soddisfi le condizioni per utilizzare la denominazione “Svizzera”. In questo contesto l’uso della croce svizzera è aperto alle federazioni sportive svizzere e alle loro squadre nazionali.

La Confederazione deve però continuare ad essere l’unica a poter utilizzare lo stemma svizzero, sotto forma di scudo. Secondo il governo, la legge mira a proteggere non solo l’uso degli emblemi da parte delle autorità pubbliche, ma anche gli operatori economici concorrenti e i consumatori dagli inganni indotti dall’uso di questi segni pubblici.

Questo articolo è stato pubblicato automaticamente. Fonte: ats

-

NEXT La Grosse Journe Recycleries (ex sito di segheria) Moustey