SENEGAL-ENERGY-REPORTAGE / Il PUDC collega il comune di Labgar alla rete elettrica e trasforma la vita dei suoi abitanti – Agenzia di stampa senegalese

-

Dall’inviato speciale dell’APS, Abdoulaye Diallo

Labgar, 23 mag. (APS) – L’elettrificazione di Labgar da parte del Programma di Sviluppo Comunitario di Emergenza (PUDC) è un sollievo per la popolazione composta principalmente da allevatori di questo comune situato nella regione di Louga (nord).

Circa 15.000 persone vivono in questo comune, situato a circa 60 chilometri da Linguère, capoluogo di dipartimento, e a quasi 200 chilometri da Louga, capoluogo di regione. Labgar è un comune situato nel cuore del Ferlo, dove quasi tutta la popolazione vive di allevamento.

In una giornata di forte caldo, venerdì 10 maggio, l’arrivo di una missione del PUDC intorno alle 13 coincide con l’ora di discesa degli alunni della scuola primaria. Gli scolari vagano per le strade sabbiose di Labgar.

Un sollievo per il personale dell’Azienda Sanitaria

Dalla postazione sanitaria, si sente il richiamo alla preghiera del muezzin che squarcia il silenzio di questo villaggio, capoluogo del comune. I fedeli, in maggioranza allevatori, escono dalle concessioni per compiere il loro dovere religioso, la preghiera di mezzogiorno.

Grazie al PUDC, le popolazioni di Labgar godono dei benefici e del benessere che l’energia elettrica offre loro.

Nel corso di un incontro nel luglio 2023 con i membri del Consiglio superiore degli enti locali, nell’ambito delle consultazioni sulle “sfide dello sfruttamento del petrolio e del gas per l’economia marittima e l’ambiente marino”, Sophie Gladima, ministro del petrolio e dell’energia presso la tempo, si stima che il tasso di elettrificazione in Senegal fosse, alla fine del 2022, dell’85% nelle aree urbane e del 60% in quelle rurali.

Pape Guèye, caposala dell’ambulatorio sanitario di Labgar

L’elettrificazione di Labgar riflette la volontà delle autorità senegalesi di continuare la lotta contro il divario tra città e mondo rurale in termini di infrastrutture, compresa quella dell’energia elettrica.

Vestito tutto di blu, Pape Guèye è il caposala dell’ambulatorio di Labgar. In servizio in questa cittadina dal 2022, sa quanto l’elettricità abbia cambiato la vita delle popolazioni locali. ”L’elettricità ci permette di immagazzinare facilmente i nostri vaccini e altri materiali di consumo medico”, osserva Guèye.

”Abbiamo utilizzato l’energia solare per preservare i vaccini, il che ha causato carenze, soprattutto durante lo svernamento. Con l’energia elettrica immagazziniamo facilmente i vaccini […] La loro conservazione richiede l’uso di frigoriferi”, aggiunge la caposala dell’ambulatorio.

Con l’elettricità si vive meglio”

L’istituto sanitario riceve più di 500 pazienti al mese durante l’inverno, rispetto a poco meno di 300 pazienti al mese durante il resto dell’anno, secondo Guèye.

”È un posto sanitario molto impegnato […] Alcuni pazienti che non rientrano nel nostro target vengono a curarsi qui”, spiega, precisando che i pazienti provenienti da Ranérou, un dipartimento della regione di Matam (nord), puntano a Labgar per curarsi.

La caposala dell’ambulatorio si rallegra per la regolarità della distribuzione dell’energia elettrica. Invita il municipio di Labgar a coprire le bollette dell’elettricità per la struttura sanitaria.

Djimo Diop, residente a Labgar, gestisce un negozio lì.

”Le interruzioni di corrente non durano nemmeno un’ora. Abbiamo l’elettricità quasi 24 ore su 24, il che rende più facile l’osservazione dei pazienti che necessitano di ventilazione”, si rallegra Pape Guèye.

Dopo le preghiere del venerdì, Labgar ritorna timidamente alla sua vita ordinaria. I suoi abitanti sono tornati a occuparsi dei loro affari. Davanti alle concessioni spesso le conversazioni avvengono contemporaneamente alla preparazione del tè, bevanda molto apprezzata nella zona.

Chiediamo una riduzione del prezzo dell’energia elettrica

Djimo Diop è direttore di un negozio e venditore di verdure. Madre di quattro figli, sui 50 anni, sfoggia un ampio sorriso quando parla dell’impatto dell’elettricità sulla vita degli abitanti di Labgar. ”L’elettrificazione della città è per noi un grande sollievo. Ringraziamo lo Stato e il PUDC”, ha detto, continuando le sue attività.

”Abbiamo dovuto affrontare molte difficoltà in questo periodo dell’anno. Non siamo riusciti a trovare il ghiaccio”, ricorda la Diop, ricordando che questo bene era molto ricercato dalle popolazioni stremate dall’ondata di caldo.

Mbaye Guèye è il capo di uno studio veterinario a Labgar.

Ora le persone possono avere bevande fredde e ghiaccio, assicura.

Fatou Ba, una casalinga, gestisce il negozio di suo figlio durante la sua assenza. Le donne chiacchierano, ridono a crepapelle, davanti al negozio, attorno a una tazza di tè. Il tè è ben infuso, lo sorseggiano mentre Fatou Ba, con uno sguardo, controlla che tutto vada bene nel negozio. Lei conferma che l’elettricità ha cambiato positivamente la vita dei Labgarois. “Dal 2022 viviamo meglio. È come se a Labgar non mancasse più nulla”, dice con molta gioia.

Mbaye Guèye, sdraiato su una stuoia stesa davanti a un negozio, gestisce uno studio veterinario a Labgar da quando è in pensione. 67 anni, è originario di Louga, dove vive ancora la sua famiglia. ”Con l’elettricità oggi è facile per i macellai conservare la carne”, osserva il sessantenne, ricordando che ”prima subivano molte perdite”.

Prima dell’elettrificazione della città “c’erano molti casi di furti nei negozi”, ricorda il tecnico veterinario.

I Labgarois, invece, deplorano il “costoso” dell’energia elettrica. ”Pago in media 50.000 franchi CFA al mese per il negozio e il frigorifero. Ammetto che i benefici dell’elettricità sono enormi ma l’importo delle bollette elettriche è molto alto. Per questo rischio addirittura di vendere in perdita”, si lamenta Djimo Diop.

”Chiediamo una riduzione del prezzo dell’elettricità. È costoso. Essendo il PUDC un programma destinato ad aiutare le popolazioni, il prezzo dell’elettricità che fornisce deve essere accessibile a tutti”, spiega Fatou Ba.

ABD/OID/FSE/ADL/ASG

-

PREV “Ora cominciano le cose serie”: il RN davanti alla sfida della vittoria alle legislative
NEXT Elezioni federali 2024: ecco i risultati dei candidati e dei partiti in Belgio!