Losanna: la futura metropolitana M3 cambia volto ed eviterà il Flon

Losanna: la futura metropolitana M3 cambia volto ed eviterà il Flon
Losanna: la futura metropolitana M3 cambia volto ed eviterà il Flon
-

Sovraccarica, la tratta metropolitana che collega Losanna-Gare a Losanna-Flon non sarà alleggerita dall’arrivo della futura M3. A causa del ritardo subito dalla CFF nel cantiere della stazione, la nuova linea che servirà il quartiere Blécherette partirà direttamente in direzione di Chauderon, hanno annunciato giovedì le autorità vodesi. Si tratta di un cambiamento di direzione significativo, poiché il raddoppio del collegamento tra la stazione di Losanna e Flon era uno dei motivi del progetto inizialmente pensato. Ma poiché i sottopassi della futura stazione CFF, strettamente legati al progetto iniziale della M3, sono rinviati a data da destinarsi, le autorità vodesi hanno deciso di mettersi in proprio con un progetto completamente nuovo.

“Abbiamo deciso di scollegare queste due linee, per semplificare un progetto tecnicamente molto ambizioso e ridurre i rischi, in particolare quelli geologici e l’interruzione a lungo termine della M2 durante i lavori”, ha indicato la consigliera di Stato Nuria Gorrite, citata da “24 ore”. Il vantaggio è che il tempo di percorrenza della Gare-Blécherette sarà leggermente ridotto. Una manna per le migliaia di abitanti del nuovo eco-quartiere di Plaines-du-Loup, che attualmente devono accontentarsi delle linee urbane degli autobus e che aspettano la metropolitana. Alla fine, Chauderon diventerà un nodo dei trasporti pubblici tanto trafficato quanto lo è oggi Flon, precisano le autorità. Inoltre, è finalmente prevista una galleria pedonale tra la stazione e Place de l’Europe. Recentemente una petizione lo ha richiesto, anche se l’idea ha più di quindici anni.

Per quanto riguarda la M2, mantiene il suo tracciato storico, ma la sua capienza dovrebbe essere aumentata. «Il Cantone, insieme alla tl e alla città di Losanna, sta già lavorando attivamente a una strategia di rinnovamento dei sistemi di automazione e di sviluppo del materiale rotabile», indica. Inizialmente progettata per 25 milioni di viaggiatori all’anno, quest’anno si prevede che la M2 ne trasporterà quasi 37 milioni.

Dal punto di vista del budget, queste diverse misure consentono di ridurre il preventivo dei costi di 370 milioni di franchi e di raggiungere così una dotazione complessiva di circa 2 miliardi per la costruzione della M3 e l’ammodernamento della M2. Le buste necessarie dovranno però ancora essere votate in Gran Consiglio.

-

PREV Ostacoli a lungo termine: da venerdì si prevedono “grandi impatti” su Laurentienne
NEXT La nuova caserma aprirà l’anno prossimo a Bedford