dissotterramento autorizzato con 4 mesi di anticipo, le associazioni protestano

dissotterramento autorizzato con 4 mesi di anticipo, le associazioni protestano
dissotterramento autorizzato con 4 mesi di anticipo, le associazioni protestano
-

La prefettura della Nièvre autorizza la caccia sotterranea, ovvero l’estrazione dei tassi, dal 15 maggio. “Semplicemente illegale” secondo le associazioni, che ritengono che i piccoli in questo momento non siano ancora svezzati.

Dal 15 maggio 2024, la caccia al tasso è autorizzata nella Nièvre. La prefettura ha prorogato il termine legale, che normalmente va dal 15 settembre al 15 gennaio. Perché questo ulteriore ritardo?

Secondo la federazione dei cacciatori del dipartimento, che ha effettuato uno studio, questa decisione risponde soprattutto alla necessità di regolamentare la specie: “La popolazione è stimata in più di 10.000 tassi, il che causa problemi di danni all’agricoltura e alle infrastrutture”giustifica Florent Ortu, direttore della federazione dei cacciatori della Nièvre.

“Dobbiamo trovare soluzioni che possano aiutare a regolamentare il tasso, poiché è una specie notturna e la caccia è vietata di notte, quindi è necessario poter intervenire in luoghi specifici”.

>>

Florent Ortu, direttore della federazione dei cacciatori della Nièvre

© Sophie Hémar / France Télévisions

La caccia sotterranea, che consiste nello scavare tane per dissotterrare i tassi con l’aiuto di una pinza, è riservata a pochi specialisti, che catturano dai 50 ai 150 tassi ogni anno. “Una squadra di caccia clandestina è autorizzata dalla prefettura, quindi non chiunque è autorizzato a fare qualcosa”assicura Florent Ortu.

►VIDEO. Cosa sta scavando il tasso? Il rapporto France 3 Hauts-de-France (2021)

Tuttavia, nel 2023, le ordinanze che autorizzavano la caccia sotterranea all’inizio della stagione erano state annullate dal tribunale amministrativo di Digione, contattato dalle associazioni ambientaliste. Anche quest’anno almeno tre associazioni hanno già annunciato che contesteranno queste ordinanze.

“Quando la prefettura autorizza i cacciatori a dissotterrare i tassi il 15 maggio, i cuccioli sono ancora nelle tane ed essendo una caccia indiscriminata i cuccioli vengono uccisi”afferma Christophe Coret, presidente dell’associazione AVES (Agire per le specie viventi e selvatiche) Francia. “Inoltre, i dati delle prefetture ci mostrano che fino al 45% degli animali uccisi durante questi periodi aggiuntivi sono giovani, il che è semplicemente illegale.”

► LEGGI ANCHE – Pratica “barbarica” o “legittima”: è opportuno estendere la caccia al tasso in Saône-et-Loire?

Contattata da France 3, la prefettura della Nièvre non ha risposto alle nostre richieste. Altrove in Borgogna, nella Saône-et-Loire, è in discussione anche il prolungamento del periodo di caccia sotterranea. Una consultazione pubblica, chiusa il 27 febbraio 2024, è “Analizzando” iniziare il periodo tre mesi prima del previsto, quindi a giugno.

>
>

Tasso (illustrazione)

© PHILIPPE CLEMENT / MAXPPP

► Con Rémy Chidaine e Sophie Hémar

-

PREV Facoltà di Medicina: rinvio degli esami, un passo verso la fine della crisi?
NEXT l’Haut-Marnais ha vissuto delle gare folli nel Gard!