Il violoncellista argoviese Sol Gabetta vince il Gran Premio svizzero di musica – rts.ch

Il violoncellista argoviese Sol Gabetta vince il Gran Premio svizzero di musica – rts.ch
Il violoncellista argoviese Sol Gabetta vince il Gran Premio svizzero di musica – rts.ch
-

Giovedì l’Ufficio federale della cultura ha premiato otto musicisti. Il violoncellista argoviese Sol Gabetta è stato insignito del Gran Premio svizzero di musica 2024 del valore di 100’000 franchi. Altri vincitori sono il musicista ginevrino Simone Aubert e il gruppo basilese Zeal & Ardor.

Musicista poliedrico e solista internazionale fondamentale, Sol Gabetta succede al jazzista Erik Truffaz come Gran Premio svizzero di musica. Nata in Argentina nel 1981, cittadina svizzera dal 2018, ha studiato all’Università di Musica di Basilea e vive da molti anni nel comune di Olsberg, nel cantone di Argovia. Qui dirige il festival di musica da camera di Solsberg sin dalla sua creazione nel 2006.

Sol Gabetta si è affermata a livello internazionale nel 2004, quando ha debuttato al Festival di Lucerna con i Wiener Philharmoniker come vincitrice del Credit Suisse Young Artist Award. Solista molto ricercata, da allora si è esibita con le orchestre più prestigiose e con star come Cecilia Bartoli.

Oltre al repertorio classico per violoncello, come le opere di Vivaldi, Elgar e Beethoven, Sol Gabetta esegue regolarmente – durante i suoi concerti e nei suoi numerosi dischi – opere di musica contemporanea. Per molti anni ha presentato anche lo spettacolo KlickKlack alla televisione bavarese, trasmettendo così ad un vasto pubblico la sua passione per la musica classica. Dal 2005 insegna anche all’Accademia musicale di Basilea.

Nel 2022 Sol Gabetta ha già visto i suoi meriti premiati dal Premio Europeo della Cultura, che si aggiunge ai tanti altri premi ricevuti nel corso della sua carriera.

>> >> Per ascoltare, un ritratto di Sol Gabetta realizzato nel 2021:

Sol Gabetta, violoncello poliglotta / L’Echo des Pavanes / 42 min. /13 settembre 2021

Gli altri sette Premi svizzeri di musica

Tra gli altri sette vincitori figura Simone Aubert, l’unica Romande a distinguersi quest’anno. Il cantante e polistrumentista ginevrino con numerosi progetti (Hyperculte, Tout Bleu, Massicot o Yalla Miku) viene premiato insieme al compositore ticinese Ivo Antognini, alla musicista basilese Leila Schayegh, al sassofonista zurighese Tapiwa Svosve, all’artista sonoro e visivo bernese Zimoun, del gruppo elettro-rock basilese Zeal & Ardor e dello jodel lucernese Simone Felber.

Questo talentuoso mezzosoprano collabora occasionalmente anche sul palco con il ginevrino Simone Aubert.

Tre prezzi speciali

I Premi Speciali, assegnati a istituzioni e personaggi importanti per il loro contributo alla scena musicale svizzera, premiano quest’anno il LUFF (Lausanne Underground Film & Music Festival), laboratorio dell’underground e degli estremi, nonché lo smem – Museo Svizzero e il Centro per gli strumenti musicali elettronici di Friburgo e Somatic Rituals, collettivo ed etichetta basilese riconosciuti sulla scena elettronica internazionale.

olhor

La consegna degli Swiss Music Awards avrà luogo il 12 settembre 2024 al Casino de Montbenon di Losanna nell’ambito del Label Suisse Festival.

-

PREV una giovenca cade nel ruscello Pataud, in fondo a un burrone
NEXT Yvelines: deposito tabacchi nuovamente assalito dai ladri, rubate sigarette per 35mila euro