“Non possiamo salvare il clima radere al suolo le foreste”, suscita polemica un progetto per installare centrali fotovoltaiche nella foresta delle Landes

“Non possiamo salvare il clima radere al suolo le foreste”, suscita polemica un progetto per installare centrali fotovoltaiche nella foresta delle Landes
“Non possiamo salvare il clima radere al suolo le foreste”, suscita polemica un progetto per installare centrali fotovoltaiche nella foresta delle Landes
-

l’essenziale
Una futura installazione di centrali fotovoltaiche divide gli eletti e la popolazione nella foresta delle Landes. La ragione ? Perché queste centrali vedano la luce occorre radere al suolo ettari di bosco… La giustizia ha dato il via libera, la prefettura frena.

Le Figaro ritorna una saga in più episodi che ha tenuto con il fiato sospeso i neoaquitani per diversi mesi. Una società vuole realizzare due centrali fotovoltaiche per sfruttare il capitale solare dei pini delle Landes, due prefetture hanno posto il veto, ma la corte amministrativa d’appello di Bordeaux si è appena pronunciata a favore degli imprenditori, ritenendo che “i rifiuti di autorizzazione autorizzazioni rilasciate dai servizi statali non erano sufficientemente giustificate”.

Leggi anche:
VIDEO. Insolito: cammelli allevati nel cuore della foresta delle Landes Lot-et-Garonnaise

Le richieste risalgono al 2018, la prima era indirizzata alla prefettura di Lot-et-Garonne per il disboscamento di 21,6 ettari a Pindères, la seconda alla prefettura della Gironda per un terreno di 36 ettari a Lucmau. Entrambi sono stati rifiutati perché esisteva un rischio di incendio in questa zona forestale molto secca.

Un rischio di incendio sufficientemente anticipato?

Ma per la corte amministrativa d’appello di Bordeaux, “i progetti integrano tutte le misure preventive raccomandate dai servizi dipartimentali antincendio e di soccorso”, come riferito Le Figaro. Altri progetti simili hanno già suscitato proteste in Nuova Aquitania. È il caso di Horizeo, che prevede di abbattere 700 ettari di foresta, un’aberrazione per il presidente regionale Alain Rousset che ha recentemente fatto sapere che non si “salva il clima radere al suolo le foreste”.

Leggi anche:
I cacciatori delle Lande si addentrano nella foresta e si ritrovano a un rave party

Due visioni si scontrano, da un lato possiamo credere che il futuro sia nelle energie rinnovabili, dall’altro ci rammarichiamo che ciò comporti la deforestazione del polmone verde della Francia. È il caso del sindaco ecologista di Bordeaux Pierre Hurmic per il quale la città deve diventare solare, certo, ma senza distruggere gli spazi verdi, secondo Le Figaro, per non artificializzare ulteriormente i suoli francesi.

#French

-

PREV Pillole abortive: il nuovo business degli spacciatori
NEXT Cantal: Arsène Vermenouze, il poeta dell’Alvernia sotto i riflettori all’Ytrac