repressione antidroga in tutto il dipartimento

-

Tra lunedì 13 e giovedì 16 maggio una grande operazione “Posto pulito” è stato attuato in tutto il dipartimento dell’Eure dal gruppo della gendarmeria. Nell’arco di quattro giorni sono state effettuate diverse operazioni: controlli di persone e veicoli sulle strade principali, controlli del flusso di passaggio al casello di Heudebouville o IL controllo delle aree comuni e degli edifici a Orvaux, Pont-Audemer, Serquigny, Bernay, Pacy-sur-Eure e Gisors.

625 soldati impegnati

Le risorse coinvolte in questa lotta contro il traffico di droga erano impressionanti. Le operazioni richieste l’impegno di tutte le unità delle cinque compagnie di gendarmeria del dipartimento, nonché l’intero organico dello squadrone dipartimentale della sicurezza stradale dell’Eure. A titolo di rinforzo, durante gli interventi sono stati mobilitati anche due plotoni di gendarmi mobili, squadre cinofile, una sezione del GIGN e un elicottero. In totale, in una settimana sono state controllate 1.500 persone.

Di conseguenza convulsioni

Con questa mobilitazione di tutte le risorse, l’operazione sembra aver dato i suoi frutti: la prefettura dell’Eure denuncia sette persone messe in stato di fermo nell’ambito di indagini giudiziarie, per la maggior parte legate al traffico di droga. Nei sequestri effettuati risultavano rinvenuti complessivamente cinque chili di cannabis, 400 grammi di eroina, dodici piante di cannabis ma anche otto veicoli, una moto d’acqua e perfino undici telefoni.

#French

-

PREV per il presidente del Cio “non c’è alcuna preoccupazione” per le elezioni in Francia
NEXT NARSA chiede maggiore cautela e vigilanza sulle strade