Ospedale intercantonale Broye: conti 2023 al buio

-

La stagione è finita per il Losanna-Sport. Il popolo di Losanna ha accolto il Grasshopper per quest’ultima partita del campionato. Al di là del risultato (0-0) e di una partita senza più, per alcuni è stata una serata ricca di emozioni.

È stata una partita finale, poco entusiasmante, quella vissuta dai 5.078 spettatori della Tuilière. Il Losanna ha provato a tirare più volte sotto porta nel primo tempo. Ma, come troppo spesso in questa stagione, non vuole entrare, come questo splendido gol di Donat Rrudhani, dopo una bella azione di Antoine Bernede, che passa vicino al palo.

Gli zurighesi invece hanno trovato la rete due volte, ma senza maggiore successo. All’inizio della partita, uno scontro tra un ospite e Noë Dussenne ha permesso a Filipe de Carvalho di scappare, superare Thomas Castella e segnare a gabbia vuota. Ma è arrivato il VAR e l’arbitro è andato a rivedere questo scontro in avvio di azione. Il fallo doveva essere fischiato, il gol è annullato.

E poi a 40e, è stato ancora una volta Carvalho a mandare la palla in porta. Ma il centrocampista dello Zurigo era in fuorigioco e il suo successo non è stato convalidato. Per fortuna dei Losanna, sull’unica altra azione pericolosa (e dove tutto era legale) del GC, Castella ha effettuato la necessaria parata.

Dieci minuti dopo l’inizio del secondo tempo abbiamo finalmente creduto al primo gol. Rares Ilie ha tirato una palla a metà tra un tentativo di tiro in porta e un cross. E Rrudhani è arrivato proprio al momento giusto per spingere la palla in profondità. Solo che nella sua corsa ha trascinato a terra uno zurighese. Il VAR interviene ancora una volta e l’arbitro decreta fallo. Il gol è annullato.

L’ultima buona occasione del match è stata firmata da Simone Pafundi e Samuel Kalu. Il giovane italiano ha servito un passaggio incredibile al suo compagno di squadra. La palla ha trovato perfettamente la testa di Kalu, che purtroppo non è riuscito a centrare la porta. Le due squadre si sono quindi separate con il punteggio di 0-0.

Sequenza di emozioni

Se questa partita fosse avvenuta qualche settimana fa, sicuramente avremmo parlato a lungo del punteggio e della prestazione. Avremmo potuto anche scrivere interi articoli su questo obiettivo Rrudhani annullato. Ma martedì a La Tuilière i punti non contano.

La serata è stata caratterizzata da festeggiamenti. Innanzitutto all’inizio della partita. Cinque giocatori a scadenza di contratto sono stati accolti in campo da un picchetto d’onore composto da decine di giovani del club. Simone Grippo, Chris Kablan, Stjepan Kukuruzovic, Mickaël Nanizayamo e Raphael Spiegel sono stati applauditi per l’ultima volta.

Ma ci sono giocatori che non possiamo lasciare andare così. Così, dopo il fischio finale, i giocatori, lo staff, il pubblico, si sono presi un momento per ringraziare adeguatamente Stjepan Kukuruzovic. In programma, video che ripercorrono il suo viaggio, fumogeni, striscioni e cori dei tifosi. Il centrocampista è arrivato a Losanna nel 2018. Questo martedì, entrando in campo alle 60el’ex capitano della LS ha gareggiato nella sua 160e partita in blu e bianco. Quindi logicamente, quando si è presentato ai giornalisti, i suoi occhi erano leggermente umidi. E quando gli chiediamo cosa gli passasse per la testa durante questa serata speciale, le parole mancano un po’.


type="audio/mpeg" src="https://play.vod2.infomaniak.com/single/1jhvl2uqorn9a/1jhvl2uqjyab1/1jhvl2uqorn9f.mp3?_=1">https://play.vod2.infomaniak.com/single/1jhvl2uqorn9a/1jhvl2uqjyab1/1jhvl2uqorn9f.mp3>

E quando arriva il momento di entrare in gioco? È riuscito a rimanere concentrato sul calcio e sulla partita?

type="audio/mpeg" src="https://play.vod2.infomaniak.com/single/1jhvl2uqorn9n/1jhvl2uqjyab1/1jhvl2uqorn9s.mp3?_=2">https://play.vod2.infomaniak.com/single/1jhvl2uqorn9n/1jhvl2uqjyab1/1jhvl2uqorn9s.mp3>

Sei anni in un club non sono niente. C’è qualcosa per creare bellissimi ricordi. Sappiamo che la domanda è impossibile, ma ci proviamo comunque. Se dovessimo ricordare solo un momento di questa carriera al Lausanne-Sport, quale mi viene in mente per primo? Stjepan Kukuruzovic, esita, pensa, poi parte.

type="audio/mpeg" src="https://play.vod2.infomaniak.com/single/1jhvl2uqorn9y/1jhvl2uqjyab1/1jhvl2uqorna4.mp3?_=3">https://play.vod2.infomaniak.com/single/1jhvl2uqorn9y/1jhvl2uqjyab1/1jhvl2uqorna4.mp3>

Stjepan Kukuruzovic potrà aggiungere questa permanenza in Super League alla sua lista di ricordi. Per il futuro il centrocampo non è ancora fissato. “Se succede qualcosa e mi sento bene, ho la motivazione per continuare a giocare”, spiega l’uomo soprannominato Kuki “In caso contrario, è finita”.

Il club ha voluto ringraziare anche il pubblico. In effetti, La Tuilière ha registrato una buona affluenza nelle ultime settimane. ©KEYSTONE/Jean-Christophe Bott

Anche da parte di Ludovic Magnin c’era un po’ di polvere negli occhi. Con l’allenatore, per una volta, non si poteva parlare di partita. La stagione è finita, l’obiettivo raggiunto. Quindi, ora che la pressione si è allentata un po’, è un emozionato e orgoglioso Ludovic Magnin a raccontarci le sue sensazioni riguardo alla fine della stagione.

type="audio/mpeg" src="https://play.vod2.infomaniak.com/single/1jhvl2uqornam/1jhvl2uqjyab1/1jhvl2uqornat.mp3?_=4">https://play.vod2.infomaniak.com/single/1jhvl2uqornam/1jhvl2uqjyab1/1jhvl2uqornat.mp3>

I giocatori vanno e vengono, questo è il gioco in tutti gli sport. Ma quando i giocatori emblematici, i pilastri, se ne vanno, non è la stessa cosa.

type="audio/mpeg" src="https://play.vod2.infomaniak.com/single/1jhvl2uqornab/1jhvl2uqjyab1/1jhvl2uqornag.mp3?_=5">https://play.vod2.infomaniak.com/single/1jhvl2uqornab/1jhvl2uqjyab1/1jhvl2uqornag.mp3>

Il club ora deve gestire la rosa per la prossima stagione. “Ci sono delle risoluzioni di contratto su cui dobbiamo ancora discutere, così come i prestiti e i giocatori sotto contratto che avranno delle offerte”, spiega Ludovic Magnin. E a livello sportivo la preparazione inizierà a metà giugno con due giorni di test, allenamenti e amichevoli in diverse località del Vaud. “La vicinanza. Dare questa squadra ai vodesi in modo che possiamo vederli, toccarli, penso che anche questo sia qualcosa di importante e non lo perderemo”, dice l’allenatore.

-

PREV Finali di Coppa dell’Alta Marna
NEXT La lobby ferroviaria francofona punta a tempi di viaggio più lunghi