VIDEO. Un lupo che corre sulla strada alle porte di un villaggio, queste le immagini che preoccupano allevatori e residenti

VIDEO. Un lupo che corre sulla strada alle porte di un villaggio, queste le immagini che preoccupano allevatori e residenti
VIDEO. Un lupo che corre sulla strada alle porte di un villaggio, queste le immagini che preoccupano allevatori e residenti
-

Pochi giorni prima dell’alpeggio, la presenza di un lupo filmata nei pressi del villaggio di Altier nella Lozère incuriosisce e preoccupa quanto gli allevatori. E tanto più che presto accompagneranno le loro mandrie verso gli alpeggi.

“Sappiamo che esiste ma è strano vederlo. Stavamo camminando con i cani e non necessariamente sappiamo come reagire.” La presenza di un lupo alle porte del villaggio di Altier (200 abitanti) nella Lozère incuriosisce gli escursionisti e preoccupa gli allevatori.

Ogni anno gli allevatori denunciano la presenza dei lupi. L’aumento degli attacchi alle mandrie e la loro presenza sempre più vicina alle abitazioni è preoccupante.

“Fin da bambini ci hanno detto che hanno paura dell’uomo infatti sono ovunque, nei villaggi in pieno giorno ci preoccupano” sospira Valérie Moulin, allevatrice di mucche ad Altier. Una preoccupazione sentita anche da suo marito, Frédéric.

Chiediamo tutti i mezzi possibili per eliminare questa bestia che non ha posto nel nostro paese.

Frederic Moulin

Allevatore

“I nostri antenati l’avevano sterminato e non le volpi. Dobbiamo porci le domande giuste. La volpe non ostacola l’allevamento estensivo, cosa che non avviene con il lupo. Gli allevatori devono avere il diritto di sparare in ogni circostanza, soprattutto in Parco nazionale delle Cévennes”, aggiunge il pastore contattato da France 3 Occitanie.

Pochi giorni prima che le sue mucche salgano all’alpeggio, l’allevatore teme un attacco “certo”, quello del lupo. Stessa paura da parte di Jean-Louis Balme, sindaco del villaggio e anche allevatore di mucche Aubrac, soprattutto da quando un branco di 6 o 7 lupi si è insediato sul monte Lozère.

Hanno attaccato la selvaggina: da allora ci sono meno cinghiali, quasi più cervi. I lupi stanno espandendo il loro territorio di caccia e si avvicinano ai villaggi attaccando principalmente le pecore;

Attacchi regolari hanno avuto luogo a Cubières, un villaggio vicino ad Altier. “Quando non hanno più niente da mangiare sul monte Lozère, si avvicinano ai villaggi e scendono a Altier 700 m. I contadini sono preoccupati. Abbiamo molta paura per la stagione di pascolo del bestiame. Quando non ci sono abbastanza pecore, attaccano le vitelli”, assicura Jean-Louis Balme.

Dovrai scegliere tra allevamento e lupi. Siamo in una zona molto boscosa. Non potremo difenderci: il lupo decimerà le nostre mandrie.

Jean-Louis Balme

Sindaco (SE) di Altier

Il funzionario eletto vorrebbe che l’animale venisse declassato in modo che possa essere nuovamente cacciato per limitarne la popolazione.

-

PREV Sciopero al centro postale di Pont-sur-Yonne: i dipendenti chiedono un compenso per distribuire la corrispondenza elettorale
NEXT la sua residenza nel cuore dell’Hauts-de-Seine