JP Paris 2024 – Eugénie Dorange, prima qualificata all’Yonne: “puntamo decisamente alla medaglia”

JP Paris 2024 – Eugénie Dorange, prima qualificata all’Yonne: “puntamo decisamente alla medaglia”
JP Paris 2024 – Eugénie Dorange, prima qualificata all’Yonne: “puntamo decisamente alla medaglia”
-

Lo sognava, lo ha fatto. Eugenia Dorangeha concesso in licenza il giovane Auxerre Canoa Kayak Olimpica Auxerrois (OCKA) difenderà i colori della Francia il prossimo agosto ai Giochi Olimpici di Parigi, nel bacino di Vaires-sur-Marne (Seine-et-Marne) dove si allena regolarmente. Una consacrazione per questa giovane donna di 25 anni. La migliore ciclista francese parteciperà alla sua prima Olimpiade nella monoposto dei 200 metri.

France Bleu Auxerre – Dall’annuncio della tua selezione la scorsa settimana, sei sceso dalla tua piccola nuvola?

Eugenia Dorange – La settimana scorsa è stata impegnativa e ricca di emozioni! Sono super orgoglioso e super felice di questa selezione. Ma ora sono già di nuovo in allenamento, in allenamento al sud, per due settimane, con tanto allenamento. Quindi ne ho approfittato, ma è sparito di nuovo rapidamente.

Quali qualità servono per andare in canoa?

La canoa è uno sport che richiede molte qualità, che a volte possono essere un po’ contraddittorie. Vale a dire che devi essere forte, devi essere resistente, devi essere anche esplosivo, devi avere un buon senso dell’equilibrio, una buona coordinazione. Quindi richiede davvero molte qualità ed è per questo che abbiamo queste qualità. Lavoreremo su di essi in altri sport come il nuoto e la corsa. Cercheremo davvero tanti supporti diversi per lavorare su queste qualità che poi trascriveremo nella nostra barca, in allenamento.

Qual è il tuo obiettivo per i Giochi di quest’estate?

Quando gareggi ai Giochi Olimpici, punti sempre alla medaglia. Una medaglia olimpica è davvero il sogno assoluto, soprattutto in uno sport come il nostro in cui i Giochi Olimpici sono la competizione più grande che possiamo disputare. Lì, nei prossimi mesi, cercherò di migliorare il mio tempo nei 200 metri, di abbassare il mio tempo e di essere il più competitivo possibile quest’estate.

Allenarsi a Vaires-sur-Marne, dove si svolgeranno le Olimpiadi, costituisce un vantaggio?

Conoscere la piscina è un piccolo vantaggio, anche se un po’ meno che, ad esempio, nello slalom. Ma è vero che il bacino di Vaires può essere un po’ capriccioso e penso che averlo praticato per diversi anni sia un vantaggio rispetto agli stranieri. Penso che non immaginino realmente le condizioni che potrebbero esistere. Noi bacino lo sappiamo a memoria. Sappiamo molto bene come apparirà sull’acqua quando il vento arriva da una direzione. Quindi penso che sarà un vantaggio. In ogni caso la prendo così e mi dico che questa è casa mia, sono in un territorio familiare.

-

PREV Dal 14 giugno al 14 luglio, “Uniamo Marocco e Italia”
NEXT La Grosse Journe Recycleries (ex sito di segheria) Moustey