Gard. Una coppia aveva perso il figlio: una lettera commovente per ringraziare la polizia

-

Di

Maxence Dourlen

pubblicato su

21 maggio 2024 alle 19:32

Vedi le mie notizie
Segui le notizie dell’Occitania

Tutto e ‘bene quel che finisce bene. Sabato 6 aprile 2024, una coppia residente a Sant’Alessandrovicino a Pont-Saint-Esprit (Gard), ha segnalato il scomparsa del loro figlio di 2 anni durante una passeggiata nella foresta. Al ritorno avevano perso le sue tracce… Il piccolo allora era su una piccola bicicletta.

Presi dal panico, i coniugi Gard contattarono immediatamente il gendarmeria andare a cercare il loro bambino.


Grandi risorse di ricerca

Sul posto si sono recati molto rapidamente una trentina di gendarmi e un elicottero, nonché un elicottero e una brigata cinofila, poiché il bambino si trovava nei pressi dell’Arnave. In definitiva è a escursionistache aveva incrociato i gendarmi, che si sono imbattuti nel piccolo che era seduto accanto alla sua bici senza pedali.

Salutare E tranne, il bambino si riunì ai suoi genitori con grande felicità della famigliola. Successivamente la coppia ha preso l’iniziativa di scrivere una lettera alla polizia. La Gard Gendarmerie lo ha recentemente pubblicato messaggio toccante.

“Siamo stati subito rassicurati e supportati”

In questa lettera, i genitori ringraziano la polizia e dicono di essere stati toccati dalla loro reattivitàloro professionalitàqualità e il velocità del loro intervento e il supporto forniti dalla squadra.

Grazie a questa mobilitazione generale delle risorse a vostra disposizione e di quelle dei cittadini del nostro Comune, siamo stati subito rassicurati e sostenuti.

I genitori del bambinoalla polizia

Sottolineano inoltre il “ gentilezza ” e il ” velocità “soldati. “Senza il tuo intervento, cosa ne sarebbe stato del nostro piccolo? », si commuovono.

Una tragedia evitata

I genitori ritengono che per la loro famiglia si sarebbe potuto evitare un “dramma”. “Era un prova dolorosa che farà sempre parte della nostra vita”, si legge nella lettera.

Video: attualmente su -

La coppia si scusa e ha detto “ci dispiace di aver mobilitato così tante risorse e di aver messo in subbuglio il villaggio, ma ora che le nostre menti si sono calmate, vogliamo assicurarvi tutta la nostra gratitudine ai membri della brigata. »

Fortunatamente, questo grande spavento è solo storia antica per questa piccola famiglia che da allora ha ritrovato la pace.

Segui tutte le notizie dalle tue città e media preferiti iscrivendoti a Mon -.

-

PREV 10 attività da scoprire quest’estate in Alta Savoia
NEXT SOS ai commercianti marocchini alle prese con affitti soffocanti